Politica

Trump Presidente Usa: “Al lavoro per gli americani”

E’ Donald Trump il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti.

“Mi metterò subito al lavoro per tutti gli americani”: è un Trump raggiante e fiero quello che a sorpresa è diventato da poche ore il nuovo presidente Usa battendo a sorpresa nella notte italiana Hillary Clinton nelle elezioni Usa 2016. Non se l’aspettava nemmeno lui, probabilmente, ma la vittoria è stata netta e crocifigge una Clinton incapace di conquistare il popolo americano, in particolar modo le classi deboli e gli anziani.

Il tycoon newyorkese prova a tranquillizare quanti pensano che con lui alla Casa Bianca possa essere minato il futuro del nostro pianeta: “Con il mondo cercheremo alleanze, non conflitti. Gli Stati Uniti andranno d’accordo con tutti coloro che vorranno andare d’accordo con noi. Mi metterò subito al lavoro per il popolo americano. Voglio dire alla comunità internazionale che metteremo sempre gli interessi dell’America dinanzi e ci comporteremo in maniera giusta con le altre nazioni”.

Una vittoria a sorpresa, una vittoria pericolosa? Non lo possiamo sapere. Il fatto più eclatante che emerge oggi è che i sondaggi politici e le previsioni hanno toppato per due grandi eventi consecutivi quali il Brexit e le elezioni Usa 2016: in Italia la prova del nove è il referendum del 4 dicembre.

Leggi anche:
Elezioni Usa 2016, vince Trump e la borsa cola a picco

Tag

Giorgio Billone

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close