Ultima puntata Voyager Napoli e Campania (video)

Voyager ad Ischia: Sul Monte Epomeo per cercare l'ingresso dell'Ade (3 Agosto 2015)

Venerdì 11 dicembre è stata trasmessa in prime time su Rai 2 una puntata speciale di “Voyager – ai confini della conoscenza” dedicata interamente ai segreti della Campania. Roberto Giacobbo ha guidato i telespettatori alla scoperta dei sotterranei di Napoli, percorrendo la bellissima grotta romana di Seiano che dalla fine della discesa di Posillipo porta sul mare di Trentaremi e della Gaiola.

Con una particolare cura dei dettagli, Roberto Giacobbo ha raccontato la storia del terribile Vesuvio al tempo degli antichi Romani, una montagna all’apparenza innocua che al posto della vetta aveva una caldera, una depressione vulcanica; molto suggestivo il racconto del direttore dell’Osservatorio dell’INGV sull’eruzione del 1944 che distrusse Pompei.

Il viaggio, di questa speciale puntata di Voyager, si è concluso con la maestosa abbazia di Montevergine di Mercogliano. Come spiegato dal conduttore del programma, il 15 settembre del 1939 alle ore 15 in punto al santuario arrivarono due macchine con all’interno i cappellani di Re Vittorio Emanuele III che portarono una misteriosa cassa di legno da tenere nascosta ai nazisti e proteggere dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. All’interno di questa cassa c’era la Sacra Sindone, rimasta in Irpinia fino al 1946, ben nascosta in un altare. La reliquia in seguito ritornò a Torino, ma tutt’ora al Santuario di Montevergine è presente una copia in tela.

Guarda la puntata intera di Voyager (11 dicembre 2015)

Leggi anche