Ultimi Sondaggi Elettorali Roma: Virginia Raggi nel caos, la Meloni in testa

Ultimi Sondaggi Elettorali Roma: Virginia Raggi nel caos, la Meloni in testa

Stando agli ultimi sondaggi elettorali a Roma la Virginia Raggi vincerebbe ancora le elezioni dopo gli eventi degli ultimi giorni? Il caso di Virginia Raggi, a Roma, sta diventando la quotidianità e alla nuova sindaca sta facendo un danno d’immagino incredibile tant’è che se questo fosse successo prima delle elezioni il risultato sarebbe totalmente diverso.

Stando ai sondaggi prodotti da Scenari Politici – Winpoll si scopre che vincerebbe Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, con il 27,9% di preferenze. Subito dietro troveremmo Roberto Giachetti, candidato del Pd e la Raggi, occuperebbe solo il terzo posto con un 22,3% che non le permetterebbe di accedere nemmeno al ballottaggio.

Euromedia Research, inoltre, pubblica un altro sondaggio molto importante non in relazione ai politici bensì relativo all’Euro, cioè quanta voglia hanno gli italiani di rimanere con la moneta europea. La risposta dei nostri cittadini è stata positiva poiché il 47% voterebbe per il mantenimento dell’euro mentre il 38% voterebbe per la lire. Il 10% non andrebbe a votare mentre, per ora, il restante 5% non ha ancora le idee chiare sulla risposta da dare. Per quanto riguarda, invece, l’emergenza sismica, il sondaggio prodotto da Ipsos dice che il 49% degli italiani considera un errore quello fatto dal governo Renzi che ha depotenziato le provincie mentre il 39% non reputa le provincie il problema reale in riferimento al terremoto.

Raffaele Marra arrestato, l'opposizione attacca: "Virginia Raggi deve dimettersi"

Infine, l’ultimo sondaggio proposto da Emg Acqua relativo alle alleanze in Parlamento dice che, nemmeno con particolari cartelli elettorali si riuscirebbe a raggiungere la maggioranza alla Camera poiché la cifra limite minimo per la stima dei seggi elettorali è 315 e non riuscirebbe a governare ne’ il centrosinistra che raggiungerebbe i 231 seggi ne’ il centrodestra di Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza D’Italia che avrebbe 193 seggi. La coalizione che andrebbe vicina ai 315 seggi sarebbe la coalizione di Grandi Intese, ovvero Pd, Forza Italia, Ncd e Autonomia con 307 seggi; non avrebbe la maggioranza ma, in questo momento, è la più concreta ipotesi di governabilità post elezioni.