Unoauno “Cronache Carsiche” è il loro disco di esordio

Gianluca alla voce, Maurizio alla batteria e Rocco al basso compongono il trio degli Unoauno, appena usciti con il loro debutto “Cronache Carsiche” per Ribéss Records.

cronache-carsiche

Un disco cantato in italiano con la voce limpida e di religiosa imponenza del magnifico cantante ispirato dai CCCP e dai Massimo Volume. Le soluzioni compositive di basso e batteria lasciano in esaltazione da felicità perché ci si sente compresi e dentro un contesto senza fronzoli, diretto.

”Cronache carsiche”

“Dei” una canzone sull’affrontare la vita agendo, non nascondendosi come un parassita e il basso tesse trame fitte assieme alla batteria che si scatena sul finale.

“Carsica” inizia strumentale per un minuto o più e poi arrivano le parole che parlano di frontiere, barriere che dividono e l’atmosfera spettrale diventa come un uomo che trova un’amicizia importante a cui fare affidamento per esprimere il proprio dissenso per un’ingiustizia subita.

“Aleppo (parte 1) e (parte2)” la prima parte va nello specifico, raccontando di un amico che non c’è più e si toccano metaforicamente gli amici e i parenti a cui mancherà facendo una sorta di girotondo attorno al mondo di questo ragazzo venuto a mancare troppo presto e il ritmo che andava quasi lento a passo d’uomo, sembra sempre più girarsi su se stesso come un tornado buono che porterà via la tristezza. Nella seconda parte si invoca la città della Siria come una preghiera, per consolare le vittime per i nefasti eventi che conosciamo.

“Figlio” una storia che mette in evidenza in immagini i ricordi padre/figlio figlio/padre in soluzione narrativa espressa in una passeggiata sulla spiaggia e si arriva a scoprirsi simili per la forza di non arrendersi proprio mai.

“Giochi” la canzone che sul finale è la più arrabbiata del disco per dire quello che non va con la ripetizione: “niente di personale” che diventa un proiettile emotivo molto forte.

Questi ragazzi giovanissimi hanno messo assieme canzoni per un gran bell’esordio con tante idee e nessuna banalità. La speranza è che rimangano in questa sinergia quasi perfetta.

google newsly

Algoritmo Google, Nuovo Aggiornamento Marzo 2018

Benedetto XVI difende Papa Francesco in una lettera