Chi vince il Giro d’Italia 2017? Quote e Pronostici

Giro d'Italia 2016: Calendario e Percorso Completo

Il Giro d’Italia è un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di ciclismo. Le tre settimane di corsa possono però invogliare i più esperti ad azzardare una scommessa, cercando di indovinare i pronostici sul vincitore finale. Newsly.it propone le quote di Snai, provando ad azzardare qualche consiglio.

Il favorito del Giro d’Italia sembra essere Nairo Quintana. Il colombiano, vincitore dell’edizione 2014 (l’ultima a cui ha preso parte), ha ottenuto due podi consecutivi al Tour de France e conquistato la Vuelta lo scorso settembre. Il successo alla Tirreno-Adriatico ha convinto il bookmaker a quotarlo come grande favorito, pagando 2 volte la puntata.

Il suo avversario più credibile, almeno secondo Snai, è Vincenzo Nibali. Il siciliano ha un ottimo rapporto con il Giro d’Italia, che ha vinto nelle sue ultime due partecipazioni (2013 e 2016). Il crescendo di condizione che lo ha portato a vincere il Giro di Croazia lo rende il secondo favorito, a quota 6.

Più indietro gli altri possibili pretendenti. Steven Kruijswijk, maglia rosa l’anno scorso prima di una caduta a tre giorni dalla fine, paga 8 volte la scommessa. Leggermente più alto l’incasso in caso di vittoria di Geraint Thomas o Thibaut Pinot, entrambi alla loro prima partecipazione da capitani nella corsa rosa. A 12 possono essere un’opzione interessante.

Gli altri corridori possono essere considerati alla stregua di outsider. A 15 sono quotati Ilnur Zakarin e Tom Dumoulin, mai sul podio di un grande giro. Cerca riscatto Mikel Landa, che con Bauke Mollema vale 17 volte l’importo giocato. A 25 il giovane Bob Jungels, a 33 Rigoberto Uran. Molto più improbabile la vittoria degli altri, a partire da Tejay Van Garderen e Domenico Pozzovivo (66).

Giro d’Italia 2017: pronostici

Per i nostri pronostici, partiamo da una premessa. Quintana è evidentemente il favorito, ma puntare dei soldi per un ciclista quotato a 2 in genere non vale la pena. Una corsa come il Giro d’Italia, di durata di tre settimane, nasconde mille insidie.

Per quanto riguarda Nibali, il siciliano è apparso in calo rispetto alle scorse stagioni. Quasi inesistente alla Tirreno, non ha mostrato una condizione sufficiente a ottenere il terzo sigillo al Giro. Per di più finora non è mai stato in grado di battere Quintana in una corsa da tre settimane.

Tra i favoriti, la scommessa più interessante sembra essere Kruijswijk. L’anno scorso l’olandese è apparso il più forte in salita, perdendo terreno solo dopo la rovinosa caduta. Con un anno di esperienza in più e una squadra più attrezzata può sperare nel colpo grosso. Non parte da favorito, ma l’impressione è che le sue possibilità di vittoria siano superiori a 1 su 8.

Tra gli altri, attenzione a Mikel Landa. Lo spagnolo ha ottenuto l’unico podio in carriera nel 2015, quando era uomo di fiducia di Aru. In quell’occasione fu in grado di staccare Contador, perdendo a cronometro e nella prima settimana. L’anno scorso ha forse pagato lo scotto psicologico di essere capitano unico, ma con Thomas al suo fianco si può ricreare la condizione di due stagioni fa. Per 17 volte la puntata ci si può pensare.

Per chi cerca il colpo della vita il nome più indicato sembra Van Garderen. Lo statunitense a cronometro va forte, e quest’anno ha circa 70 km a disposizione. In salita pare migliorato, come dimostrato al Romandia. Reggerà per tre settimane? Difficile dirlo, ma tra chi può far guadagnare davvero tanto sembra la scommessa migliore.

Chi non merita la fiducia degli scommettitori è senza dubbio Rigoberto Uran. Il motivo è semplicissimo: il colombiano correrà il Tour de France, non il Giro d’Italia. Puntare su di lui e dare fuoco al proprio denaro è pressoché equivalente. Sempre in tema colpacci, Rosa, Geniez e Amador correranno da gregari. Difficile che il loro ruolo possa cambiare in corsa. Occhio anche a puntare su Dumoulin, mai realmente competitivo nelle tre settimane. La parentesi Vuelta 2015, per quanto sorprendente, si concluse con un settimo posto. E la Vuelta non è il Giro d’Italia.

Giro d’Italia 2017: quote scommesse Snai

Nairo Quintana: 2,00
Vincenzo Nibali: 6,00
Steven Kruijswijk: 8,00
Geraint Thomas: 12,00
Thibaut Pinot: 12,00
Ilnur Zakarin: 15,00
Tom Dumoulin: 15,00
Mikel Landa: 17,00
Bauke Mollema: 17,00
Bob Jungels: 25,00
Rigoberto Uran: 33,00
Tejay Van Garderen: 66,00
Domenico Pozzovivo: 66,00
Rohan Dennis: 75,00
Diego Rosa: 100,00
Alexandre Geniez: 100,00
Andrey Amador: 100,00
Pierre Rolland: 150,00
Davide Formolo: 150,00
Altro: 10,00