Virus Ebola in Italia, infermiere Emergency trasferito allo Spallanzani

Virus Ebola in Italia, infermiere Emergency trasferito allo Spallanzani

Ancora incubo ebola per il nostro paese. Sarà il secondo caso in Italia quello dell’infermiere Emergency che, dopo il grande lavoro fatto in Sierra Leone, è costretto a tornare a Roma, allo Spallanzani, per le cure del caso.

Proprio quando i casi sembravano ridursi e proprio quando i tanti sforzi compiuti dalla comunità internazionale sembravano dar frutti, ecco arrivare una pessima notizia per il personale Emergency e per tutti gli italiani. La verità è venuta a galla quando, dopo aver fatto ritorno in Italia, si era sottoposto ai controlli obbligatori imposti dai protocolli stabiliti dalle autorità sanitarie.

Poi la comparsa dei primi sintomi e la decisione, inevitabile, del trasferimento a Roma allo Spallanzani dove il dottor Pulvirenti è stato ricoverato già per ben quaranta giorni.

Intanto trapelano le prime notizie sulle condizioni di salute dell’infermiere di Emergency: secondo le autorità sanitarie, le condizioni generali restano buone. Ad allarmare, però, è il fatto che, di rientro dalla Sierra Leone, l’infermiere abbia avuto contatti con alcune persone nel nostro paese. Proprio per questo, i protocolli di sicurezza sono stati attivati anche nei confronti degli altri italiani esposti alla possibilità di contagio.

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter