Attualità

Virus in Cina, l’epidemia da coronavirus peggiora

Peggiora l’epidemia da coronavirus in Cina. Mentre proseguono senza sosta i lavori per il nuovo ospedale, i dati sulla diffusione del virus sono allarmanti

Nessun dato rinfrancante dalla Cina per l’epidemia da coronavirus che ormai fa contare migliaia di contagiati. I paesi asiatici chiudono le frontiere e le autorità cinesi prorogano il Capodanno anche per evitare la riapertura delle scuole. Il numero dei morti è in crescita così come quello dei contagiati. Secondo gli esperti il dato arriverebbe ormai oltre 4 mila il numero dei casi accertati a Wuhan.

Le autorità cinesi potrebbero arrivare addirittura a disporre la chiusura delle scuole e il divieto assoluto ai viaggi. La situazione, insomma, sembra peggiorare drasticamente. L’accelerata sembra ormai troppo decisa, tanto da spingere gli studiosi ad ipotizzare la diffusione a livello globale. Intanto sembrerebbe che il contagio sia indipendente dall’ormai noto mercato ittico di Wuhan. Il primo caso accertato riguarderebbe un uomo mai stato al mercato. I casi, in realtà, sarebbero ben 13.

Virus in Cina, il primo caso registrato il 1 dicembre

Rispetto a quanto riportato nei primi giorni, il primo caso di contatto andrebbe fatto risalire al primo dicembre 2019. A riportarlo è The Lancet. A Pechino intanto visita del capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tedros vuole valutare l’effettiva portata dell’epidemia ma, al momento, non si sa se è prevista una visita a Wuhan.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close