Voti Inter-Pescara 3-0, Fantacalcio Gazzetta dello Sport

Voti Inter-Pescara 3-0, Fantacalcio Gazzetta dello Sport

Settima vittoria consecutiva per l’Inter che a San Siro supera il Pescara per 3-0 e scavalca in classifica la Lazio. A decidere il match, le reti di D’Ambrosio e Joao Mario nel primo tempo e di Eder nella ripresa. Di seguito, il resoconto dell’incontro ed i voti della Gazzetta dello Sport utili ai fini del Fantacalcio.

Primo tempo

Prima del match di parlava di turnover in vista della Coppa Italia e, soprattutto, del big match contro la Juventus. Alla fine, però, Pioli sceglie di schierare il solito 4-2-3-1 con tutti i titolari (ad eccezione di Ansaldi squalificato, sostituito da Nagatomo), compresi Icardi e soprattutto Miranda, diffidato e a rischio squalifica in caso di ammonizione.

Dall’altra parte il Pescara si schiera a specchio, riproponendo un modulo spregiudicato, già visto e rivisto nel corso di questa stagione. A sostituire lo squalificato Caprari c’è Bahebeck che sembra aver recuperato finalmente dagli acciacchi, mentre a centrocampo c’è l’esordio di Kastanos (classe ’98 proveniente dalla primavera della Juventus).

L’inizio dei padroni di casa è in sordina mentre gli abbruzzesi cercano di aggredire. Al 22′ è proprio un’azione di Kastanos a preoccupare i tifosi nerazzurri. Contropiede del cipriota che calcia in porta, Handanovic respinge ma il pallone finisce sui piedi di Verre che insacca in rete ma in fuorigioco. Il brivido sembra come aver risvegliato gli uomini di Pioli ed infatti poco dopo Bizzarri devia in angolo un ottima conclusione dalla distanza di Joao Mario. Al 23′, sugli sviluppi del corner successivo, Brozovic crossa in area per D’Ambrosio che, lasciato libero dalla retroguardia pescarese, infila il pallone alle spalle di Bizzarri con il piatto destro.
Da lì in poi è un monologo nerazzurro e al 43′ l’Inter trova il raddoppio: cross basso e teso di Perisic da dentro l’area per Joao Mario che deve solo appoggiare in rete a porta libera.

Secondo tempo

Nella ripresa i ritmi sono decisamente più bassi con l’Inter che cerca di controllare la partita senza però riuscire a chiuderla definitivamente. E al 60′ il Pescara ha l’occasione di accorciare le distanze: ancora un’azione di Bahebeck che trova però l’opposizione di Handanovic. Sulla respinta, però, Verre si divora tutto spedendo il pallone (complice una leggera deviazione) sopra la traversa.

Con il passare dei minuti sembra crescere il Pescara ma al 73′ cala il sipario sul match. Filtrante per Icardi (in posizione irregolare) che serve a centro-area Eder, subentrato da meno di due minuti e alla sua 200a presenza in Serie A. L’italo-brasiliano deve solo appoggiare in rete con Bizzarri ormai battuto.

Settimo successo consecutivo in campionato, nono se si considerano le coppe. Una vittoria che serve per il morale e per la classifica: con la sconfitta della Lazio, infatti, l’Inter sale al quarto posto e ora, ad attendere i nerazzurri, ci saranno proprio i biancocelesti nel quarto di finale di Coppa Italia in programma martedì sera. Poi, il big match contro la Juventus, per continuare a sperare nel terzo posto e, quindi, nella Champions League.

ECCO I VOTI DELLA GAZZETTA DELLO SPORT 

INTER (4-2-3-1) – Handanovic 6; D’Ambrosio 6.5 (dall’85’ D’Ambrosio), Medel 7, Miranda 5.5, Nagatomo 5.5; Brozovic 6.5, Gagliardini 6.5; Candreva 6 (dal 76′ G. Barbosa 6.5), Joao Mario 7, Perisic 7 (dal 71′ Eder 7); Icardi 6.5.

PESCARA (4-2-3-1) – Bizzarri 6.5; Zampano 5, Stendardo 5 (dal 55′ Crecenzi 6), Coda 5, Biraghi 5; Bruno 6, Memushaj 5; Benali 5.5, Verre 5, Kastanos 6 (dall’82’ Cubas s.v.); Bahebeck 5.5 (dal 75′ Cerri 5.5).

GOL: D’Ambrosio, Joao Mario, Eder.
ASSIST: Brozovic, Perisic, Icardi.
AMMONITI: Nagatomo; Biraghi.