Wga Awards 2017, i Vincitori sono Moonlights e Arrival

Wga Awards 2017, i Vincitori sono Moonlights e Arrival

Sono stati assegnati anche per il 2017 i premi Wga e a vincere sono stati Moonlight e Arrival. Il Writers Guild of America (WGA) è il Sindacato degli sceneggiatori degli Stati Uniti d’America ed è articolato in due sezioni, il WGA Est e il WGA Ovest.

Dal 1949, le WGA organizzano una cerimonia a premi nota come Writers Guild of America Award che si compone di due categorie principali: il WGAA alla migliore sceneggiatura non originale e il WGAA alla migliore sceneggiatura originale. In anni precedenti, e talvolta ancora oggi, i WGA prevedevano anche altri premi secondari.

Ebbene, anche quest’anno ad Hollywood sono stati assegnati i WGA Award e potrebbero essere un buon indicatore della prossima e ormai imminente cerimonia degli Oscar 2017. Il WGA alla migliore sceneggiatura originale va al film Moonlight di Barry Jenkins. Un caso abbastanza curioso, dato che il film di Jenkins è basato su una pièce di Tarrel Alvin McCraney ed è candidato- tra l’altro- all’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. Il premio per la migliore sceneggiatura non originale va invece ad Arrival di Denis Villeneuve, tratto da Story of Your Life di Ted Chiang.

WGA AWARDS 2017, PREMI CHE ANTICIPANO GLI OSCAR

Come Moonlight anche Arrival ha ricevuto la stessa candidatura, peraltro nei premi che precedono la cerimonia degli Oscar il premio per la migliore sceneggiatura non originale è andato quasi sempre a Lion – La strada verso casa. Quindi sarà guerra aperta tra le tre sceneggiature adattate. Riceve invece il premio alla carriera il regista Oliver Stone, premio Oscar con il war movie Platoon, che pronuncia un discorso contro la guerra e afferma: “Ho combattuto contro gente che pratica la guerra, per tutta la vita. Mai rinunciare a lottare per la pace, la moralità e il dire la verità”.

Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.