Viaggi

Reggia di Caserta: Storia, Orari e Prezzi

La Reggia di Caserta, spettacolo campano per eccellenza, è ormai da tempo al centro dell’interesse dei turisti provenienti da ogni parte del mondo. La sua storia ne fa una delle mete più ambite e, del resto, è ormai da tempo che la Reggia di Caserta è finita al centro delle politiche turistiche della Regione Campania.

La storia della Reggia di Caserta

Fortemente voluta da Carlo di Borbone, Re di Napoli, la Reggia di Caserta è uno dei palazzi reali più belli del mondo. Dichiarato patrimonio dell’UNESCO già nel 1997, fu costruita con l’intento di eguagliare gli sfarzi della Reggia di Versailles.

Quella di Caserta, in realtà, era destinata alle “vacanze” della famiglia reale tanto che in molti, in un primo momento, si chiesero perché il re avesse optato per Caserta. In realtà Carlo di Borbone, oltre ad aver subito il fascino dei paesaggi casertani, dei terreni della Campania Felix, temeva gli attacchi. La Reggia, oltre ad essere di pregevole fattura, doveva necessariamente anche costituire riparo sicuro per la famiglia reale.

La Reggia di Caserta deve tutta la sua storia al Vanvitelli anche se, in un primo momento, non fu lui il prescelto: i lavori vennero infatti affidati a Nicola Salvi che, però, rifiutò l’incarico. A quel punto al re non restava altro da fare che chiedere al Papa l’autorizzazione ad avvalersi dell’arte del Vanvitelli, all’epoca impegnato proprio nei lavori su mandato dello Stato Pontificio.

reggia-di-caserta

Il progetto era faraonico. L’obiettivo del Re era infatti quello di dotare il palazzo di un’immensa area verde (parliamo di quasi 50.000 metri quadrati) dedicata e di un parco da fare invidia ai sovrani d’Europa. Tra l’altro il progetto prevedeva la “rivoluzione” delle aree circostanti e la costruzione di un nuovo acquedotto al servizio del palazzo.

Le attività presero il via nel 1751 quando Vanvitelli assunse ufficialmente l’incarico; la costruzione, invece, iniziò un anno dopo, nel 1752. La costruzione dell’opera durò per molti anni e vide, in realtà, il succedersi di molti sovrani e la morte del suo progettista più insigne.

Gli orari di apertura e di chiusura della Reggia di Caserta

L’apertura della Reggia è prevista a partire dalle ore 8.30 e fino alle 19.39; la biglietteria, però, resta aperta fino alle 18.45.

Di seguito, invece, gli orari di apertura e chiusura, mese per mese, di Parco e Giardino.

Parco Reale e Giardino Inglese
ParcoGiardino
apertura 8:30ultimo ingressochiusuraultimo ingressochiusura
Gennaio
14:30
15:30
13:3014:30
Febbraio14:3015:3013:3014:30
Marzo
16:00
17:00
15:0016:00
Aprile
18:00
19:00
17:0018:00
Maggio
18:00
19:00
17:0018:00
Giugno
18:00
19:00
17:0018:00
Luglio18:0019:0017:0018:00
Agosto
18:00
19:00
17:0018:00
Settembre18:0019:0017:0018:00
Ottobre
16:30
17:30
16:0017:00
Novembre
14:30
15:30
13:3014:30
Dicembre14:3015:3013:3014:30

Prezzi dei biglietti per l’ingresso alla Reggia di Caserta

I prezzi dei biglietti sono chiaramente differenziati a seconda di ciò che si preferisce vedere (visitare la Reggia di Caserta in una volta sola è si possibile ma uno spreco) sia in funzione delle agevolazioni previste dal Ministero per i Beni Culturali.

Per gli appartamenti storici, parco e giardino per l’ingresso è previsto un ticket, a tariffa ordinaria, pari a 12,00 € (tariffa ridotta 6,00 €); per visitare, invece, solo gli appartamenti, il costo del ticket è pari a 9,00 € (ridotto 4,50 €).

Tag

Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter
Back to top button
Close
Close