Amatrice: festival delle ciaramelle 2017 dal 4 al 6 agosto

II° edizione del Festival delle Ciaramelle a Amatrice (RI), tre giorni di musica per la rinascita culturale del territorio e delle sue tradizioni

Ritorna il festival delle Ciaramelle, dal 4 al 6 agosto. Ad Amatrice ci saranno concerti, convegni e stage con artisti del calibro di Daniele Sepe, Susanna Buffa, Cantico Trio, Passagallo e Lara Molino. Il Festival delle Ciaramelle è organizzato dall’Associazione For.Mu.S. di Perugia, composta da antropologi e giornalisti, è specializzata nella gestione di eventi culturali, nella ricerca in campo antropologico e nell’editoria, ed aderisce a It-Folk e Rete dei Festival. Media-partner della rassegna sono la testata giornalistica Blogfoolk, specializzata nel campo della world music e delle musiche tradizionali, l’ufficio Stampa Macramè e il MEI. La Scuola di Specializzazione in Scienze Demoetnoantropologiche del Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, Umane e della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia ha dato il patrocinio all’iniziativa e la consulenza scientifica. La direzione artistica è affidata invece a Giancarlo Palombini.

Il Festival delle Ciaramelle

Il Festival delle Ciaramelle vuole essere un segno importante di rivalsa e riscatto culturale da parte degli organizzatori amatriciani e degli enti locali. La distruzione delle strutture, conseguenza del devastante terremoto di qualche anno fa, non ha spento l’impulso alla rinascita del territorio che vuole ora affidarsi alla cultura e alle tradizioni per ritrovare la propria identità.
Terremoto Amatrice 30 ottobre: crollata la Chiesa di Sant'Agostino

Il programma del Festival

Il Festival delle Ciaramelle 2017 si svolgerà dal 4 al 6 d’agosto ad Amatrice (RI). In questi tre giorni “culturali” oltre ad assistere alle performance di musicisti e artisti come Daniele Sepe con Capitan Capitone e i Fratelli della Costa,  Susanna Buffa Stefania Placidi, i Cantico Trio con Massimo Giuntini, il Passagallo e Lara Molino, si potrà presenziare ed intervenire anche a convegni, stage coreutici, escursioni naturalistiche, sessioni accademiche di studio e riflessioni sulle molteplici espressioni e tradizioni della musica popolare della Sabina. Argomento centrale sarà, ovviamente, le ciaramelle e le espressioni tipiche della tradizione musicale orale d’Amatrice, in altre parole l’antica prassi poetica dell’ottava rima e la danza del saltarello, nella cornice di un contesto paesaggistico di straordinaria bellezza.

Cosa sono le ciaramelle?

Le ciaramelle sono, di fatto, un unicum nel panorama delle zampogne italiane e rappresentano un’eredità trasmessa alle nuove generazioni che l’hanno fatta propria. Oggi vive nell’attività di giovani e giovanissimi ciaramellari che continuano l’opera dei suonatori anziani, ormai tutti scomparsi, e si confrontano con giovani zampognari d’altre zone italiane.

Il programma del festival delle Ciaramelle

Venerdì 4 agosto

ore 16.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Stage di saltarello a cura di Alessandro Calabrese e Franco Moriconi

ore 18.00: Villaggio turistico Lo Scoiattolo, Premio Le ciaramelle d’argento, dedicato a Filippo Sanna, per i suonatori delle ciaramelle di Amatrice. Sono invitati i ciaramellari: Matteo Assennato, Andrea Delle Monache, Alessio Di Fabio, Andrea Di Giambattista, Alessio ed Enrico Mariani.

Sabato 5 agosto

ore 10.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Tavola rotonda: “Arza li pédi che la terra balla. Una riflessione sull’immateriale al tempo del terremoto”. Prevista la partecipazione degli studiosi: M° Piero G. Arcangeli, Prof. Sergio Bonanzinga, Prof. Giancarlo Palombini, Prof. Antonello Ricci, Prof.ssa Placida Staro, Prof. Domenico Staiti

ore 12.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Stage di saltarello

ore 15.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Stage sulla vocalità altosabina a cura di Susanna Buffa

ore 17.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Seminario: Presentazione organologica e dei repertori delle zampogne laziali (Dino Dell’Unto, Angelo e Diego Fusco), zampogne siciliane (Giuseppe Roberto) con esempi musicali dal vivo a cura degli studiosi ospiti, con brevi esecuzioni degli zampognari invitati

ore 19.00: Sala dell’area food – Villa S. Cipriano, Concerto degli zampognari ospiti e del ciaramellaro vincitore del Premio Le ciaramelle d’argento.

 Domenica 6 agosto

Camminate in montagna dedicato ad Andrea Tomei

ore 7.30: Escursione al M. Gorzano a cura della Sez. CAI di Amatrice

ore 9.30: Passeggiata musicale in montagna da Capricchia al Sacro Cuore a cura di Laga Insieme. Incontro e partenza da Capricchia. Durante il per- corso soste con piccoli eventi musicali

ore 13.00: Spaghetti all’amatriciana nell’area del piazzale del Sacro Cuore

ore 14.30: Esibizione di gruppi spontanei

ore 16.00: Piazzale del S. Cuore Concerto dedicato a Andrea Tomei e Filippo Sanna:Susanna Buffa e Stefania Placidi, Cantico Trio (Degli Esposti, Simeoni e Russo) con Massimo Giuntini, il Passagallo, Lara Molino. Daniele Sepe: Capitan Capitone e i Fratelli della Costa.

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.