Attentato Belgio: bomba all’Istituto di Criminologia

Nella regione di Bruxelles, a Neder-Over-Heembeek, una bomba è esplosa davanti nell’Istituto Nazionale Forense e di Criminologia.

Le dinamiche non sono ancora del tutto chiare ma, da quanto riportano i primi report, alle 2.30 di questa notte un pickup ha sfondato tre line di controllo del complesso e si è introdotto nell’Istituto Nazionale Forense e di Criminologia di Neder-Over-Heembeek, a nord di Bruxelles. Una volta dentro una o più persone, il numero esatto non è stato ancora chiarito, sono scese dal mezzo e si sono fatte esplodere. Non ci sono feriti, ma l’attentato ha causato grossi danni e un violentissimo incendio visibile anche a diversi chilometri di distanza. Una colonna di spesso fumo si staglia infatti contro il cielo da diverse ore. I vigili del fuoco sono intervenuti poco dopo, verso le 3.00, impiegando più di tre ore per domare le fiamme. Al momento, sul posto, è all’opera la polizia scientifica.

In Belgio l’allerta terrorismo rimane altissima dopo gli attentati dello scorso marzo alla metropolitana e all’aeroporto della capitale che causarono 32 morti. Allora gli atti terroristici furono rivendicati dallo Stato Islamico. Al momento, per l’attentato di stanotte avvenuto a Neder-Over-Heembeek è in corso un’indagine atta a determinare la precisa natura dell’esplosione.

Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.