Botteri rischia licenziamento dalla Rai? L’imitazione di Crozza (Video)

Dagospia non ha dubbi: a rischio il futuro dell'inviata a New York

Botteri rischia licenziamento dalla Rai? L'imitazione di Crozza (Video) 1

Da circa dieci anni, Giovanna Botteri è un’inviata della Rai a New York. Ogni sera la si vede su Rai 3 a tarda ora, dove è consueta chiudere il programma di Rai TreLinea Notte“, condotto da Maurizio Mannoni.

CROZZA E L’IMITAZIONE DELLA BOTTERI

La giornalista è finita di recente nel mirino di Maurizio Crozza che l’ha imitata nel corso del suo nuovo programma televisivo “Fratelli Crozza” sul canale Nove. “A cosa serve un’inviata a New York, se le notizie che dà le abbiamo già lette su internet” – questa una delle battute del comico genovese durante il quinto episodio della prima stagione della sua nuova trasmissione.

LO STIPENDIO DI GIOVANNA BOTTERI SU DAGOSPIA

Sarà una casualità, ma a distanza di poco su Giovanna Botteri è arrivato anche Dagospia, il sito web di Roberto D’Agostino, probabilmente tra i principali siti italiani di gossip e pettegolezzi. Secondo il noto portale, il posto della giornalista Rai sarebbe addirittura a forte rischio, con i dirigenti di viale Mazzini che starebbero pensando al licenziamento. Dagospia (che ha ripreso un contenuto apparso sulla versione online de Il Messaggero) ovviamente si assume tutte le responsabilità delle sue uscite, ma sta di fatto che l’inviata della Rai a New York sia finita sotto la lente d’ingrandimento della satira. Il sito web di proprietà di Roberto D’Agostino è andato anche oltre, pubblicando l’importo dello stipendio della giornalista (200mila euro all’anno).

GIOVANNA BOTTERI, CLINTON E TRUMP: IL VIDEO

In passato Giovanna Botteri finì nel mirino anche dei social network, in occasione delle ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, quando si schierò apertamente a favore della candidata democratica, Hillary Clinton. Un video in cui si vedeva chiaramente la delusione della giornalista per la vittoria di Donald Trump divenne subito virale (eccolo a fine articolo, ndr) con centinaia di migliaia di visualizzazioni ed una miriade di commenti non esattamente positivi nei confronti dell’inviata della Rai. Troppo di parte, secondo gli utenti di Facebook e Twitter. Ora una nuova bufera. Insomma, che ne sarà di lei?

Condividi
34 anni, avellinese, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti dall'ormai lontano 2000. Appassionato di sport, tecnologia e web, è attualmente Search Marketing Specialist nell'agenzia pubblicitaria statunitense J. Walter Thompson.