Boyzone: Reunion nel 2018 per il 25° anniversario

boyzone_2017_reunion

I Boyzone, tra le boybands più famose ed amate di sempre, celebri per brani come “No Matter What” – “All That I Need” – “You Needed Me” e tantissimi altri, hanno ufficializzato che si riuniranno per il loro 25-esimo anniversario, che avverrà nel 2018.

Una notizia che renderà felici tutti i fans della band, di Ronan Keating, leader carismatico della band e anche famoso solista, e di chi ama incondizionatamente il pop anni ’90 e i personaggi che ne hanno fatto la storia. Ma ripercorriamo un po’ le tappe più salienti della loro interessante ed emozionante carriera.

Boyzone

La storia dei Boyzone: si formano nel 1993 e si sciolgono nel 1999

Era il 1993 quando Ronan Keating, Keith Duffy, Shane Lynch, Mikey Graham e Stephen Gately debuttavano ufficialmente come gruppo, ma è solo un anno più tardi che raggiunsero le classifiche inglesi con il loro primo singolo ufficiale, “Love Me For A Reason“, che arrivò sino alla posizione #2!

Da allora e fino al 1999, il gruppo ha inanellato grandi successi soprattutto in UK e Irlanda (la loro madrepatria) ma anche nel resto dell’Europa: ben 6 singoli e tutti e 4 i loro album usciti sino a quel punto (3 di studio più una raccolta di successi) al #1 in UK, territorio di vendite tra i più importanti al mondo per il mercato discografico.

Con l’arrivo del 1999 e la raccolta di successi “By Request…” (un grandissimo successo in Europa, con la bellezza di oltre 1.8 milioni di copie vendute solo nel Regno Unito!) , e il singolo “Everyday I Love You“, i Boyzone danno l’addio alle scene musicali.

Boyzone: la prima grande reunion del 2008

Ma nel 2008 i Boyzone annunciano il loro ritorno, acclamatissimo, con la formazione completa! La band pubblica i singoli “Love You Anyway” (#5 UK) e “Better” (#22 UK) e la loro nuova raccolta di successi “Back Again … No Matter What” arriva al #3 in UK e si rivela un grandissimo successo: oltre 505,000 copie vendute! Nonostante i quasi 10 anni di silenzio,  l’interesse verso i Boyzone non era assolutamente venuto meno e i numeri erano sempre altissimi. Poi la tragedia.

stephen_gately_boyzone

Boyzone nel 2009: La morte di Stephen Gately

Il 10 Ottobre del 2009 Stephen Gately, la voce più bella e delicata del gruppo, muore per edema polmonare a soli 33 anni. La scomparsa del cantante, gay dichiarato (si era sposato nel 2006 con Andrew Cowles) fu un colpo davvero durissimo per la band e soprattutto per Ronan Keating, che aveva un legame speciale con il collega e amico.

Ma i Boyzone ormai si erano ritrovati, più forti di prima, più maturi, e da questa difficile prova nacque, nel 2010, l’album “Brother” (fratello), dedicato proprio a Stephen. Questo fu il primo disco d’inediti della band in 12 anni e, ancora una volta, la risposta del pubblico fu grandiosa: #1 in UK e quasi 400.000 copie vendute!

Seguì, poi, nel 2013 l’album “BZ20“, nuovo disco d’inediti pubblicato in occasione dei loro 20 anni di carriera, che fu sempre un successo di pubblico, seppur minore rispetto ai precedenti (#6 e oltre 200.000 copie vendute in UK), e l’album di cover “Dublin To Detroit“, pubblicato nel 2014. E adesso, dopo qualche anno di pausa e oltre 20 milioni di dischi venduti, i Boyzone sono quasi pronti a tornare con del nuovo materiale e un nuovo tour! Cosa ne pensate di questa reunion? Qual è la vostra canzone preferita dei Boyzone?