Chewing gum, nessun beneficio e pubblicità ingannevoli: 180 mila euro di multa

Chewing gum, nessun beneficio e pubblicità ingannevoli: 180 mila euro di multa

Sanzione per la Perfetti Van Melle causata dai Chewing gum, le pubblicità non rispecchiano i reali effetti delle gomme da masticare.

Confermata la sentenza dell’Antitrust, 180 mila euro di multa per la Perfetti Van Melle, il potentissimo gruppo di fama mondiale che controlla la produzione e distribuzione di chewing gum, caramelle e confetti.

La pratica commerciale risale all’anno 2011-2012, con la proposta della multa arrivata nel 2013 e confermata solo in questi giorni, dopo la respinta di ricorso da parte della Perfetti. La potenza delle gomme da masticare è stata incriminata per pubblicità ingannevole. Durante i messaggi promozionali dei chewing gum come: Vivident, Happydent, Daygum e Mentos i seguenti prodotti venivano indicati come salutari per la cura della propria igene orale.

Ad imporsi all’ammenda sono state le autorità europee che riguardano la trasmissione di messaggi pubblicitari. Con l’appoggio del Tar del Lazio questo è stato il giudizio finale che ha portato la Perfetti a subire l’ammenda di 180 mila euro: “Attribuendo ai prodotti reclamizzati benefici enfatizzati e non conformi alla discipline del settore. Tali da suggerire una sostanziale equivalenza tra l’uso costante delle gomme da masticare e una corretta igiene orale”.

Si tratta comunque di un’azienda leader nel settore mondiale, con un fatturato (al 2013) di 2406 milioni di euro, con 14175 dipendenti al seguito. E’ comunque un avvertimento per le future reclam.

Condividi
Aspirante giornalista sportivo. Studente in scienze della comunicazione di Pisa. Le più grandi passioni sono la scrittura e lo sport, ho il calcio che mi scorre nelle vene, tanto da fondare una squadra amatoriale nel proprio paese.