Come si scrive: di nuovo o dinuovo?

Come si scrive daccordo o d'accordo?

Come si scrive: di nuovo o dinuovo? Questo è uno dei dubbi linguistici più frequenti. L’italiano scritto infatti nasconde diversi “ostacoli” e uno di questi riguarda la grafia della locuzione avverbiale “di nuovo”. Trattandosi per l’appunto di una locuzione avverbiale, ovverosia di gruppi di due o più parole che hanno lo stesso significato dell’avverbio corrispondente (nel nostro caso “nuovamente”), “di nuovo” va scritto rigorosamente staccato.

Non vi devono essere dubbi ne incertezze su come si scrive “di nuovo”. “Dinuovo” è forma da considerare scorretta e, nonostante sul web risulti essere molto diffusa, nell’italiano scritto utilizzare “dinuovo” equivale a commettere un errore. Al contrario è corretto scrivere “di nuovo”. Tale locuzione avverbiale, inoltre, si può utilizzare con due distinti significati: per esprimere novità (es. “cosa c’è di nuovo?”) oppure con significato temporale (es. “ho sbagliato di nuovo”).

In quest’ultimo caso “di nuovo” può sostituirsi o essere sostituito dal corrispondente avverbio “nuovamente”, il significato della frase non cambierà; nel caso precedente invece “nuovo” può essere sostituito con l’aggettivo “inedito”. Sebbene abbiano funzioni diverse, in entrambe la frasi sarà necessario scrivere “di nuovo” con grafia separata per non cadere nell’errore.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...