Comunicato Pisa contro il Milan: è Polemica per Gattuso

È "polemica Gattuso": il Pisa ha pubblicato un comunicato contro il Milan.

È polemica tra il Pisa Calcio e il Milan. Il club toscano non ha digerito l’accorto tra i lombardi e Gennaro Gattuso, chiamato a vestire il ruolo di allenatore della Primavera rossonera, e, in risposta, ha pubblicato un comunicato contro il Diavolo. Una nota attraverso la quale il Pisa ha voluto chiarire la propria posizione in merito alla vicenda, precisando di non aver avuto alcun tipo di contatto con il Milan “dall’insediamento della nuova proprietà e sino ad oggi”.

Sebbene sia cambiata la proprietà con la cessione ai cinesi delle quote societarie da parte della famiglia Berlusconi, il diktat sembra essere rimasto il medesimo in casa rossonera: “Il Milan ai milanisti”. Di fatti il Diavolo ha scelto Gennaro Gattuso come prossimo allenatore della Primavera, sottoscrivendo con quest’ultimo un accordo preliminare. Un ritorno ben gradito che, però, ha fatto nascere una vera e propria polemica in quanto l’ex giocatore è ancora allenatore del Pisa.

Gattuso allenatore del Milan Primavera: il comunicato del Pisa

Nello stipulare l’accordo con Gattuso, il Milan non ha tenuto in considerazione il club toscano con il quale il tecnico ha un contratto ancora in essere e ciò non ha fatto di certo piacere alla dirigenza che ha voluto rispondere ai rossoneri con un comunicato ufficiale di cui vi riportiamo il testo:

“Si ritiene che AC Milan, avvicinando e sottoscrivendo un accordo preliminare con un allenatore contrattualmente legato ad altro club, addirittura prima della fine del campionato, peraltro disinteressandosi completamente di informare la società titolare del tesseramento fino al 30 giugno, abbia tenuto un comportamento poco consono al suo blasone e alla sua storia nonché irrispettoso dei regolamenti federali, in particolare dell’art. 38, comma 5, NOIF. A.C. Pisa, – concludono i toscani – riservandosi di tutelare le proprie ragioni nelle competenti sedi, nega di aver chiarito i predetti aspetti con la società A.C. Milan, con la quale non ha avuto modo di interloquire dall’insediamento della nuova proprietà e sino ad oggi”.