Decreto Minniti sull’Immigrazione approvato: è legge

Approvato dalla Camera il decreto Minniti per un'immigrazione più controllata su tutto il territorio italiano.

Migranti impiegati nei Lavori Socialmente Utili, la proposta del Ministro Minniti 2

E’ stato approvato dalla Camera in via definitiva il decreto Minniti riguardante il problema dell‘immigrazione. Ieri, infatti, la Camera aveva approvato la fiducia al decreto che oggi ha trovato la sua definitiva conferma. Con 240 sì, 176 no e 12 astensioni è stato dunque convertito in legge il pacchetto organico di misure che mira a snellire i tempi dei procedimenti in materia di protezione internazionale e a contrastare l’immigrazione illegale.

Cosa prevede il Decreto Minniti?

Saranno create 26 sezioni specializzate che si occuperanno di: immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione Europea. Queste sezioni avranno il compito di controllare i permessi di soggiorno e saranno fatti degli accertamenti sulle cittadinanze italiane per gli stranieri.

Semplificazione ed efficienza dei procedimenti giudiziari di riconoscimento dello status di persona internazionalmente protetta. Il nuovo modello processuale prevede un abbassamento dei tempi per i ricorsi da 4 a 6 mesi, per riconoscere lo status di un rifugiato o di una persona cui è accordata la protezione sussidiaria.

Saranno predisposti dei progetti ad hoc, anche in collaborazione con le organizzazioni del terzo settore, progetti, come riportano le parole del decreto legge: “Da finanziare con risorse europee destinate al settore dell’immigrazione e dell’asilo”.  Cancellati i Cie. La denominazione “Centro di identificazione ed espulsione” è sostituita da quella di Centro di permanenza per il rimpatrio“. La rete delle nuove strutture dovrà essere ampliata, in modo da assicurarne la distribuzione, saranno previsti maggiori controlli e più centri nelle zone limitrofe agli arrivi dei rifugiati.