Diletta Leotta ritoccata? A Dagospia le Foto del cambiamento fisico

Diletta Leotta ritoccata? A Dagospia le Foto del cambiamento fisico

Impazzano sul web in queste ore le foto di Diletta Leotta pubblicate da Dagospia. Il noto giornale di gossip ha infatti ricevuto e pubblicato una lettera e delle foto della bella giornalista di Sky con cui si dimostra come a soli 24 anni la bellissima bionda potrebbe già aver fatto ricorso a dei ritocchi estetici.

Ma è veramente Diletta Leotta? E’ la domanda che molti fan della giornalista sportiva di Sky si pongono quando vedono le foto pubblicate da Dagospia. Queste immagini dimostrerebbero la “trasformazione” che avrebbe subito la conduttrice di Sky Sport. A rivelarlo sarebbe stata una una lettrice del noto giornale di gossip che accusa inoltre Diletta di non chiamarsi davvero così, ma Giulia sarebbe il suo nome di battesimo.

“La conduttrice televisiva di Sky calcio serie B, Diletta Leotta, ha subito un vero e proprio make over (adesso lei ha 24 anni). Furbamente ha fatto rimuovere ogni sua foto dal web e solo poche sono sopravvissute… forse vi teme? Benissimo – scrive la lettrice a Dagospia accusando la giornalista Sky di avar fatto ricorso al botulino – dopo un’accurata ricerca ho scovato due immagini abbastanza eloquenti che spero apprezzerete. (Se vuoi verificare, cerca ad esempio la gallery di Diletta quando ha partecipato a miss muretto, dirà: error, page do not found). È assurda la trasformazione, nel prima e dopo: non corrisponde nemmeno l’apertura degli occhi, attaccatura capelli, ginocchia e caviglie… e dulcis in fundo, la bella conduttrice non usa neanche il proprio nome di battesimo (Giulia Leotta) ma preferisce Diletta in quanto più accattivante”. 

A vedere le foto di Diletta Leotta pubblicate da Dagospia effettivamente si notano dei cambiamenti. Frutto solo dell’età cambiata? Dell’ottimo make up delle truccatrici Sky? O effettivamente la bellissima Diletta (è veramente il suo nome?) ha fatto già ricorso a quale “ritocchino” nonostante i suoi soli 24 anni d’età? Attendiamo magari una replica della giornalista.

Leggi anche: