Chi ha vissuto gli anni ’90 non può non essere musicalmente attratto dal progetto degli Articolo 31 2.0, portato avanti dal suo fondatore Dj Jad, che non ha mai perso lo spirito e i valori di un tempo. Dopo l’uscita con una nuova formazione del singolo “Domani… refresh”, abbiamo incontrato il disc jockey milanese per ascoltare quelli che sono i suoi prossimi progetti e i motivi che lo hanno spinto a questo gradito ritorno discografico.

La video-intervista a Dj Jad

“Dopo la divisione degli Articolo 31 sono andato negli Stati Uniti per scoprire sonorità e stimoli nuovi – racconta DJ Jad. all’anagrafe Vito Perrini al mio ritorno mi sono dedicato a progetti underground, preferendo artisti di strada a colleghi famosi, perché in un certo senso hanno più fame di esprimersi. Dopo vari tentativi in cui ho cercato di contattare il mio ex socio per parlare di una reunion, ho dovuto fare i conti con la realtà ma anche con la mia esigenza di tornare ad esprimermi attraverso quei valori che, fortunatamente, non mi hanno mai abbandonato”. 

“Sarebbe stato più semplice per me sostituire il mio ex socio con un altro rapper, oggi ce ne sono talmente tanti, ma non è questo lo spirito di questo progetto, anche perché nel disco ci sarà più melodia che rap. Sono rispettoso del mio passato, non lo rinnego, e ho deciso di tornare a valorizzarlo. Gli Articolo 31, per me, non devono avere un leader, ma un’anima e un’identità su cui costruire una squadra che faccia propri quegli stessi ideali”.

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.