Documentario sulla Russia di Putin, il nuovo progetto di Oliver Stone

"Conversation with Putin" è il nuovo documentario di Oliver Stone

Al Lucca Film Festival, ieri, tra gli ospiti era presente anche il regista americano Oliver Stone che, nel corso della sua visita al Festival del film lucchese, ha avuto modo di presentare, in piccola parte, anche il suo nuovo capolavoro: Conversation with Putin, un intero documentario sulla Russia di Putin. In realtà, Stone era giunto in territorio lucchese per ben altro: ritirare il suo premio alla carriera e presentare il suo nuovo film, Alexander, dedicato al condottiero macedone Alessandro Magno.

Conversation with Putin, il documentario sulla Russia di Putin

Secondo quanto dichiarato da Stone il suo capolavoro sarà nelle sale dal prossimo anno ma, per ora, le riprese sarebbero giunte al termine. Per concludere questa piccola parte verso la produzione del documentario sulla Russia di Putin, Stone ha dovuto trascorrere circa un anno e mezzo in Russia  per intervistare, di persona, Vladimir Putin. “Ho finito di girare un documentario sulla Russia dopo una lunga conversazione con Vladimir Putin, che per la prima volta ha parlato direttamente in inglese senza l’intermediazione di un interprete”, avrebbe dichiarato il produttore americano in merito alle riprese dell’attesissimo documentario sulla Russia di Putin, e  che lo hanno portato a realizzare un’intervista della durata di circa 4 ore.

Le 4 ore di intervista, una volta montate, verranno frazionate in 4 segmenti da un’ora ciascuna. Nel corso del lungo colloquio i due hanno avuto modo di discutere di tematiche di vario genere: dall’Ucraina alla Siria, fino ai rapporti con gli Stati Uniti. In merito a Putin come persona, Stone ha invece dichiarato: “Putin è un uomo estremamente razionale, una persona che pesa bene le parole e riflette approfonditamente, non emotivo come sono invece i presidenti americani, come Bush e Trump”. 

Un diploma di Perito per il Turismo e due grandi passioni che coinvolgono al massimo la mia vita e le danno un senso: la musica, che coltivo come hobby, e la scrittura, che spero diventi la mia professione.