Eranio Licenziato per Frase Razzista in Tv

Eranio Licenziato per Frase Razzista in Tv

L’ex calciatore di Milan e Genoa Stefano Eranio è stato licenziato per una frase razzista in tv. L’ex centrocampista, adesso opinionista alla tv svizzera per la quale lavorava fino a ieri, RSI, è stato cacciato per aver pronunciato delle frasi, a detta degli stessi elvetici, a sfondo razziale sul difensore della Roma Antonio Rudiger, coprotagonista di una brutta prova difensiva nella gara di Champions League giocata ieri dalla sua squadra sul campo del Bayer Leverkusen. Il tedesco dei capitolini, a margine del 4-4 europeo della Roma, è stato oggetto di queste parole: “I giocatori di colore, quando si trovano sulla linea difensiva, molto spesso commettono certi errori perché non sono concentrati. Sono potenti fisicamente, ma quando c’è da pensare spesso e volentieri fanno questi errori”.

Ecco la risposta di RSI: ““Dopo avere attentamente valutato la portata di questo commento, del tutto incompatibile con le regole e la deontologia del Servizio pubblico la Direzione della RSI ha deciso di interrompere immediatamente la collaborazione con Eranio”.

Immediato, dunque, il provvedimento dell’emittente televisiva svizzera. Non un’uscita felice, come detto, quella di Eranio, che ha provato a giustificarsi oggi al Secolo XIX, commentando così l’episodio di ieri sera: ““Sono stato frainteso, non sono razzista e non era mia intenzione offendere nessuno”. Eranio Licenziato per Frase Razzista in Tv.

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.