Erbicida nel gelato Ben&Jerry’s : bufera su un noto marchio americano

Accuse molto gravi per il noto produttore di gelato.

L’Europarlamento denuncia oggi il gruppo Verdi, afferma: “c’è del diserbante nel gelato Ben&Jerry’s”. Alcuni scienziati e organizzazioni non-governative hanno infatti riscontrato tracce di glifosato nelle confezioni del noto marchio americano, venduto in ben quattro Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Regno unito)

Gli stessi scienziati e organizzazioni non-governative assicurano che si tratta di tracce sotto i livelli di sicurezza dell’Ue, ciò non ha tuttavia salvaguardato la Ben&Jerry’s, finita bufera. È il deputato europeo belga, Bart Staes a denunciare “stiamo trovando il glifosato ovunque, lo scorso anno avevamo trovato grandi quantità nelle birre tedesche”

L’indagine, effettuata da HRI Labs (Health Research Institute), ha prodotto risultati disarmanti. In ben 13 su 14 elementi testati, è stata riscontrata la presenza di glifosato. È personalmente John Fagan, scienziato capo di HRI Labs, ad affermare che la quantità massima di erbicida riscontrata è di 1,23 nanogrammi per millilitro. Tuttavia, ha aggiunto lo stesso Fagan: “su quattro elementi sottoposti a test, solo uno è risultato positivo al glifosato”.

È Pat Thomas, ad avere una duplice teoria in merito alla contaminazione. Questa potrebbe dipendere dall’alimentazione delle mucche, principalmente alimentate con soia ogm, usate per le forniture di latte a Ben&Jerry’s o potrebbe essere presente negli ingredienti aggiunti al gelato (biscotti, il burro di arachidi).

Il biologo francese Gilles-Eric Seralini afferma: ” sono abbastanza sicuro che in questi gelati oltre al glifosato ci siano residui di petrolio e livelli di arsenico che creano problemi di salute nei bambini e negli adulti che li consumano abitualmente”. Le pubblicazioni delle stesso biologo sono anti-ogm.

Expo 2015, A Ferragosto Festa del Gelato

Il comune denominatore tra le varie teorie

Il comune denominatore della polemica sembrano essere gli organismo geneticamente modificato (OGM). Si tratta di un organismo vivente che possiede un patrimonio genetico modificato tramite tecniche di ingegneria genetica, che consentono l’aggiunta, l’eliminazione o la modifica di elementi genici. L’ Health Research Institute, come Gilles-Eric Seralini, è impegnato da anni contro gli organismi geneticamente modificati.

Da non dimenticare infine, che i verdi all’Europarlamento sono impegnati in una campagna che ha come obbiettivo vietare l’uso del glifosato in tutta l’Unione Europea.