Erdogan contro l’Italia: “Renzi pensi alla Mafia”

Duro attacco di Erdogan all’Italia e al Capo del Governo Matteo Renzi.

Recep Tayyip Erdogan è un fiume in piena. Nel periodo immediatamente successivo al fallito golpe in Turchia, in seguito al quale è stato proclamato lo stato di emergenza, il capo di stato di Ankara attacca non solo i rivali interni, ma anche gli esponenti della politica estera che – a suo avviso – sembrano essersi schierati contro di lui.

In una ricca intervista a Rainews24, Erdogan ha accusato l’Europa di aver posto eccessivamente l’accento sulle cosiddette “purghe“, e di aver già dimenticato il gravissimo tentativo di colpo di stato effettuato poche settimana fa dai sovversivi. Una poco velata accusa viene rivolta anche a Federica Mogherini (Pd), ritenuta colpevole – da parte di Erdogan – di aver parlato dall’esterno, senza prima informarsi dettagliamente sui fatti, e soprattutto senza recarsi in visita in Turchia nonostante la situazione critica.

Quando a Parigi morirono 5-6 persone Mogherini si è recata subito. In Turchia è in corso un golpe contro la democrazia e non è venuto nessuno in visita”  tuona Erdogan, che poi apre una parentesi tutt’altro che limpida circa il fascicolo aperto nei confronti del figlio – per riciclaggio – a Bologna. “Questa vicenda rischia di mettere in crisi i rapporti con Roma. L’Italia pensi ad occuparsi della Mafia, non di mio figlio“, conclude il presidente.

Leggi anche:

Meridionale, classe 1992. Disilluso studente di Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione. Nel troppo (poco) tempo libero, collaboratore di Newsly.it e vice-presidente di un comitato civico. Appassionato di politica, criminalità organizzata e sport, coltiva la speranza di diventare un cronista politico. In alternativa ha già pronto il biglietto per aprirsi un bar a Tenerife.