Esplosione raffineria Sannazzaro: nessun morto o ferito

Esplosione e fiamme nella raffineria di Sannazzaro De Burgondi: sul posto vigili del fuoco e impiegati del 118

Siamo nella tranquilla periferia di Pavia, oggi (giovedì 01 dicembre) intorno alle 16:00, in pieno pomeriggio è scoppiata un’esplosione con conseguente incendio nella raffineria di Sannazzaro De Burgondi. Le fiamme si sono propagate in tutta l’area lavorativa alzando una gigantesca nube di fumo visibile da decine di chilometri.

Avvertiti nell’immediato i vigili del fuoco, l’Arpa (Associazione regionale protezione ambientale), Ats Pavia (Associazione territoriale sanitaria, ex Asl) e il personale del 118 che si sono mobilitati per raggiungere nel minor tempo possibile il luogo dell’esplosione. Attualmente, non sembrano esserci morti o feriti.

Saranno monitorate le persone residenti nell’area circostante per controlli su possibili inalazioni di fumi tossici e quindi per prevenire ricadute di salute.

La nube di fumo, visibile all’incirca da dieci chilometri, secondo alcuni testimoni si sta spostando verso l’Oltrepo.

La grandissima nube derivata dall’esplosione porta con se dei pericolosi gas tossici. Restano ancora inedite le cause dell’esplosione, si aspettano ulteriori aggiornamenti. Attualmente la priorità è quella di salvaguardare l’ambiente. Si pensa, però, ad un errore nei sistemi automatici della raffineria di Sannazzaro De Burgondi.

Aspirante giornalista sportivo. Studente in scienze della comunicazione di Pisa. Le più grandi passioni sono la scrittura e lo sport, ho il calcio che mi scorre nelle vene, tanto da fondare una squadra amatoriale nel proprio paese.