Galaxy S7 Flat e S7 Edge: Caratteristiche nuovi modelli Samsung

Galaxy S7 Flat e S7 Edge: Caratteristiche nuovi modelli Samsung

Da domani 22 e sino al 25 febbraio 2016 si svolgerà l’ormai famoso Mobile World Congress di Barcellona. In occasione di questo attesissimo evento proprio poche ore fa Samsung ha presentato ufficialmente il nuovo top di gamma della casa coreana: il Samsung Galaxy S7. Anche questo modello Galaxy S di settima generazione, come il predecessore S6, ci sarà in due varianti: S7 flat ed S7 edge, con lo schermo curvo su entrambi i lati.

Il Samsung Galaxy S7 flat, ovviamente con modulo 4G/LTE, monta un processore Exynos 8890 che, inizialmente, sarà quello che vedremo commercializzato in Europa. Questo processore è octacore, 4 dei quali girano ad una velocità massima di 2,3GHz, mentre gli altri 4 girano a 1,6 GHz, il tutto affiancato da 4GB di RAM. La memoria sarà da 64 GB e, a differenza del modello S6, sarà nuovamente espandibile con microSD. Ci sarà naturalmente il nuovo sistema operativo del robottino verde, vale a dire Android 6.0 Marshmallow. Il device ha un display da 5,1 pollici come S6, la fotocamera sarà però da 12 Mpx ma non per questo meno potente di quella di S6 mentre quella anteriore è da 5 Mpx. Naturalmente lo smartphone sarà in grado di girare video in 4K/UHD.

Il design del Galaxy S7, rispetto alla generazione precedente, mostra delle piccole novità che, se si guarda con attenzione lo smartphone, non possono passare inosservate. Il dispositivo continua ad offrire una diagonale di 5,1 pollici e sfoggia bordi dal design metallico e un rivestimento in Gorilla Glass 4 sia sul pannello anteriore che su quello posteriore. Nella scocca si nota un’altra novità: l’obiettivo della fotocamera principale non è più sporgente come quello del Galaxy S6, ma adotta un design semplice. Lo smartphone aderisce perfettamente a qualsiasi superficie piana. Questo dettaglio rende più armonioso il corpo del Galaxy S7 che non mostra, né anteriormente né sulla scocca, alcuna particolare sporgenza.

Insieme a S7 Flat Samsung ha presentato anche S7 Edge, concettualmente simile ai modelli del 2016 ma in un’inedita dimensione. S7 Edge è infatti un 5.5 pollici e dunque più piccolo del modello S6 Edge+ dello scorso anno, che ha uno schermo da 5,7”, ma più grande di S7 Flat, di S6 Flat ed S6 Edge. Una scelta interessante, intelligente e maggiormente distintiva che potrebbe lasciare spazio futuro a Note 6 come Phablet top gamma eliminando le varianti Plus della serie S. Insomma, S7 Edge trova nei pannelli più larghi funzionalità maggiori e un ritorno al “passato” strizzando l’occhio a Note Edge. Sebbene S7 Edge sia un telefono molto molto simile al top gamma dello scorso anno, analizzandone gli aspetti principali è davvero difficile trovare un difetto hardware. Il Galaxy S7 è resistente all’acqua grazie alla certificazione IP68, un altro dettaglio introdotto per andare incontro alle esigenze degli utenti, senza per questo trascurarne il design. Lo smartphone è leggermente più spesso rispetto al Galaxy S6 ma si è trattato di una scelta necessaria per poter integrare una batteria più potente, l’alloggio per la microSD e per eliminare la sporgenza della fotocamera.

Né S7 né S7 Edge integrano la tecnologia 3D Touch o Force Touch come quella che troviamo su iPhone 6s o Huawei Mate S. Però troviamo una nuova interessantissima funzione: Always On. Grazie a questa feature potremo ora impostare diverse opzioni per mostrare sul display l’ora senza doverlo attivare con un tocco. Always On permette inoltre di mostrare il calendario, l’orologio, le notifiche ed altro ancora. Questa funzione non pesa sulla batteria o, almeno, non in modo significativo dal momento che solo alcuni pixel rimangono accesi durante tale processo, mentre gli altri rimangono spenti come sugli schermi OLED. Vedremo se questa funzione sarà estesa ai top di gamma dello scorso anno, attraverso il nuovo Android 6.0 in arrivo su questi device.

Di seguito le videoanteprime di HD BLOG sia di S7 Flat sia di S7 Edge. Buona visione.

Video 1—-> clicca qui

Video 2—-> clicca qui