Grido, nuovo singolo “Abbiamo vinto noi” con Danti: Video e Testo

Grido, nuovo singolo

Tempo di nuova musica per Luca Paolo Aleotti, meglio noto con lo pseudonimo di Grido, che lancia il suo nuovo singolo “Abbiamo vinto noi”, eseguito in collaborazione con Danti dei Two Fingerz. Di seguito il testo ed il video della canzone, diretto per l’occasione dai Tartaglia Brothers.

Il brano, in rotazione radiofonica dal 17 febbraio, segue il precedente estratto “Strade sbagliate”, cantato in coppia con Chiara Grispo, ed anticipa il nuovo disco del rapper milanese, intitolato “Segnali di fumo”, la cui uscita è prevista per il prossimo 3 marzo.

“E’ un brano riferito a tutti quelli che davano per scontato che noi nerd fossimo perdenti – racconta l’ex membro dei Gemelli DiVersi – adesso io e Danti ci guardiamo, guardiamo i nostri traguardi raggiunti, la nostra serenità, e possiamo dire a tutta quella gente che non avrebbe mai scommesso su di noi… che abbiamo vinto noi. Nel video ci sono anche i Pantellas, il duo comico di quest’anno e del futuro. Hanno interpretato in maniera magistrale Holly e Benji. Non vedo l’ora che la gente lo veda, il video è carico di richiami a personaggi come Gigi la Trottola, l’Uomo Tigre, Iron Man, Alice nel Paese della meraviglie. Un insieme di personaggi dei cartoni animati legati dall’anticonformismo e appunto da questo essere alla prima impressione dei perdenti, ma poi diventati degli eroi per la gente”.

SEGNALI DI FUMO | TRACKLIST

  1. Veleno (con Raige)
  2. Vaffanculo (con Marco Masini)
  3. Abbiamo vinto noi (con Danti)
  4. Strade sbagliate (con Chiara Grispo)
  5. Segnali di fumo (con Galup)
  6. Gravità zero
  7. Blu (con Caneda)
  8. La rivincita dei nerds (con Shade)
  9. King Kong (con Danti)
  10. Occhi diversi (con Tormento)
  11. Gremlins (con J-Ax)
  12. Videogames
  13. L’Italia chiama (Pub Song parte II)
  14. Scemo scemo
  15. Peter Pan
  16. Non fa per me

ABBIAMO VINTO NOI | VIDEO

ABBIAMO VINTO NOI | TESTO

Sopravvissuti a tutti quei no
riciclato i rifiuti
avevamo una casa piccolissima come Snoopy
in un dormitorio di periferia
la notte c’è solo la farmacia
la polizia
io chiudo gli occhi e volo via

Prendere tutto e partire così
Steve McQueen
che molla i marines
con i nostri film
John Belushi senza la speed
fuori perdenti ma dentro Mazinga Z
Ufo Robot mica servi di Bega
sogni più grandi di questo pianeta
senza una meta ma chi se ne frega
se siamo ancora vivi non è un caso
stavamo insieme adesso che bel puzzle
con gli occhi gonfi e i cerotti sul naso ma

Abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi
considerati sbagliati non qualificati
con i nostri sogni tatuati
abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi
buoni solo a fare festa con la testa persa
contro ogni scommessa pensa
abbiamo vinto noi

Sopravvissuti al cellulare
al nucleare, ai figli di Putin
ad avere una vita in leasing come poveri illusi
in questa Italia che non sento mia
fondata su lavoro e democrazia
ma è una bugia
io chiudo gli occhi e volo via

Da questa noia dall’indifferenza
con la California in testa
come in 5 dentro una Fiesta
dove ci portavo un deca di benza
per chi pensa di farci abbassare la cassa
come fingere di non sentire la voce di chi manifesta
c’è un presidente che non ho votato
e un popolo che ci si è abituato
e siamo sempre più in un pessimo stato ma
abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi

Considerati sbagliati non qualificati
con i nostri sogni tatuati
abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi
buoni solo a fare festa con la testa persa
contro ogni scommessa pensa
abbiamo vinto noi

E abbiamo visto le certezze andare in cenere
cambiano i tempi come cambiano le regole
tutti con loro pezzettino da difendere
in un sistema che ci vuole tutti quanti burattini
da tempo abbiamo scelto di tagliare questi fili
col vizio di sbagliare e di cacciarsi nei casini
siamo ancora in piedi siamo

Abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi
considerati sbagliati non qualificati
con i nostri sogni tatuati
abbiamo vinto noi
abbiamo vinto noi
buoni solo a fare festa con la testa persa
contro ogni scommessa pensa

Condividi
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.