E’ finalmente disponibile il nuovo video ufficiale dell’ultimo singolo di Ron, intitolato “Ai confini del mondo”, diretto dal regista Luca Scalia. Il brano, in rotazione radiofonica dal 21 aprile, segue il precedente pezzo sanremese “L’ottava meraviglia” e fa parte del un doppio album “La forza di dire si”, volto a sostenere l’AISLA, associazione che da anni si occupa della ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Il progetto benefico si avvale della presenza di ventiquattro protagonisti della scena musicale italiana: da Jovanotti a Marco Mengoni, passando per Arisa, Biagio Antonacci, Lorenzo Fragola, Francesco Renga, Malika Ayane, Nek, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Loredana Bertè, Francesco De Gregori, Elio, i La scelta, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Kekko Silvestre dei Modà, Max Pezzali, Syria, Gigi D’Alessio, Bianca Atzei, Mario Biondi, Niccolò Fabi, Luca Barbarossa e l’attore Neri Marcorè.

Ai confini del mondo | Testo

Io voglio camminare
Finchè il mio cuore si fermerà
Io lo farò ripartire
Sono sicuro che mi ascolterà
Oggi non è un giorno qualunque
E non respiro più a metà
Qualcosa che è già nella mia mente
Mi sta portando in un’altra realtà

Alzo la testa c’è il sole
Un diamante nel cielo blu
Ma stringimi forte, fallo amore
Adesso che ci sei tu

Ma tutto parte da questo momento
Quello che è stato è ormai cenere
Voleremo al sole due creature
Di una terra che esiste altrove

La risposta è tra un fioco e un fiore
Se cerchi un modo per trovare
Qualcosa in cui tu riesca a credere
Qualcuno in cui tu possa sperare

Alzo la testa c’è il sole
Un diamante nel cielo blu
Non è un trucco, non è un errore adesso,
Adesso che ci sei tu

C’è una luce laggiù
Nel futuro laggiù
E in città ci siamo solo noi
Come dentro un film muto
Vestiti di rosso
Ai confini del mondo

Oh uh oh oh

Alzo la testa c’è il sole
Un diamante nel cielo blu
Domani ti porto al mare
Domani ti porto al mare

Oh uh oh oh

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.