Imu-Tasi 2016, Scadenze: Quando si paga il saldo?

ISCOP, Elenco dei Comuni: cos'è e dove si paga l'imposta di scopo

Mancano pochi giorni per la scadenza del pagamento del saldo Imu-Tasi per l’anno d’imposta 2016

Oramai ci siamo. La scadenza per il pagamento del saldo dell’Imu e della Tasi 2016 è prossima. Qual è la scadenza per il pagamento del saldo? Il 16 dicembre è il giorno in cui milioni di contribuenti saranno chiamati al pagamento della seconda rata delle due componenti (insieme alla Tari) della IUC.

Si pagano l’Imu e la Tasi sull’abitazione principale nel 2016?

Nonostante che dal 2016 è stata prevista l’abolizione delle tasse sull’abitazione principale e le relative pertinenze (non di lusso), sono ben 25 milioni gli italiani che devono versare il saldo Imu e Tasi sulle seconde case, sui negozi o sugli altri immobili o terreni in loro possesso.

Quali aliquote pagare in vista della scadenza del saldo Imu-Tasi 2016?

Si ricorda che la legge di stabilità 2016 (208/2015) ha stabilito il blocco delle aliquote relative ai tributi locali, con la sola eccezione della Tari, dunque esso vale sia per l’Imu sia per la Tasi. Lo stesso blocco è stato anche esteso per l’anno d’imposta 2017. Bisogna anche tenere presente che la delibera comunale avrebbe dovuto essere adottata non oltre la data del 30 aprile e poi pubblicata sul sito del MEF non oltre il 28 ottobre scorso. Tenendo conto queste indicazioni di carattere generale, se l’ente ha approvato una aliquota più elevata, è giusto non tenerne conto ed applicare l’aliquota dell’anno d’imposta precedente. Nel caso in cui il Comune ha aumentato invece l’aliquota per una determinata categoria e ne ha ridotto la misura per un’altra, è giusto applicare quella ridotta e far riferimento a quella del 2015 in luogo di quella che è stata incrementata quest’anno.

Dove poter consultare le delibere Imu-Tasi 2016 in vista della scadenza?

Le possibilità per poter consultare le delibere Imu e Tasi del proprio Comune in vista della scadenza del saldo 2016, sono diverse. E’ possibile recarsi sul sito istituzionale del proprio Ente e cercare nella sezione Tributi le delibere in questione. In alternativa è possibile andare sul sito Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia o sul sito Riscotel.it

 

Condividi