James Franco a Venezia 73: presentato “In Dobious Battle”

James Franco a Venezia 73: presentato

Torna al Lido di Venezia il professore più desiderato degli Stati Uniti D’America. Ebbene si, il ragazzaccio di Palo Alto, è riuscito a conciliare la vita dell’artista a quella accademica, lavorando come docente alla New York University e insegnando, ora, in un liceo di Los Angeles.

Poliedrico più che mai, James Franco è arrivato nel primo pomeriggio a Venezia per presentare il suo ultimo lavoro da regista. “In Dobious Battle” è qualcosa che, d’altronde gli è sempre appartenuto. Tratto dal romanzo del premio Pulitzer John Steinbeck, è ora ridiventato realtà. Come ha raccontato l’attore, diventato da qualche anno regista, è stata proprio la lettura di certi capolavori a spronarlo nell’intraprendere questa nuova strada artistica: “Quando ho deciso di diventare regista ho provato ad adattare alcuni libri che ho amato come lettore. Sono cresciuto leggendo libri di Steinbeck, che parlano della California, di casa mia e mi sento profondamente connesso al suo lavoro e ai suoi personaggi“.

Franco racconta la ribellione dei raccoglitori di frutta, inferociti contro i latifondisti che non li pagavano nella maniera opportuna. Questa storia, che appartiene al sud della California, viene raccontata attraverso l’esperienza di un uomo, interpretato proprio da James Franco.

E seppur la storia appartenga al passato, il regista ha deciso di non ignorare il presente: “Io ho cercato di portare  nel film lo spirito di Steinbeck ma cercando di metterci anche degli elementi della società contemporanea, qualcosa che riguarda la classe operaia oggi“.

Neolaureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in giornalismo a stampa, radiofonico e televisivo. Giovane ventitreenne redattrice per calciomercato-Inter.it, Newsly.it e NailsArt.it. Appassionata di scrittura e di moda, ottima fruitrice di film, documentari e serie tv. Viaggiatrice curiosa che ama il confronto con il diverso.