La ragazza del tram: Significato della storia che fa sognare

La ragazza del tram: Significato della storia che fa sognare 3

Milano, ore 21,00 circa, 19 marzo: Roberto Cibin, un ragazzo di 27 anni, contabile nella vita, si trova alla fermata dell’autobus con suo cugino e alcuni amici. Sarà un sabato sera diverso. Nella folla Roberto incontra una ragazza molto bella (come la definisce lui stesso) in compagnia di alcune amiche. Qualche sguardo e poi tutti prendono lo stesso tram, numero 3, in via Torino. A quanto pare non è soltanto Roberto a trovare interessante la bella sconosciuta, tanto che sue occhiatine e sguardi cercati non sfuggono nemmeno agli amici del ragazzo. Qualcuno nel gruppo prova a convincerlo a farsi avanti ma nel momento in cui Roberto segna su retro del biglietto da viaggio il suo numero di cellulare, la ragazza lancia qualche ultima occhiata e scende con le sue amiche alla fermata prima delle Colonne di San Lorenzo. Le porte del tram si richiudono e Roberto ha perso la sua occasione.”

la ragazza del tram

Ecco cosa sembrerebbe essere accaduto a questo giovane ragazzo di Milano. Fatalità, destino, coincidenza? Il suo mancato tentativo di presentarsi alla sconosciuta lo induce a creare un fenomeno virale, fondando su Facebook una pagina “La ragazza del tram”, dopo averla cercata invano per due giorni su Instagram. Roberto non si da per vinto e continua a cercare quella che potrebbe essere la donna della sua vita. Tappezza la città di volantini, chiede ai passanti, ripercorre diverse volte lo stesso tragitto e infine viene invitato a Radio 101 per raccontare la sua storia. Mentre la pagina fan supera in una settimana i 6600 followers, il diretto interessato decide di fare il passo grosso, tentando con un programma tv. Infatti, viene collegato da Milano con il programma presentato da Barbara d’Urso, Pomeriggio 5, e Roberto si presenta ufficialmente a mezza Italia, raccontando per l’ennesima volta la sua storia e facendosi vedere di persona.

L’attenzione mediatica e social che ha attirato questa bella vicenda ha davvero dell’incredibile. Ci sono i sostenitori del ragazzo che lo incitano a non arrendersi, perché apprezzano il suo gesto e lo inducono a non mollare se ha davvero intenzione di trovare la ragazza del tram; ci sono, però, anche coloro che non credono a questa storia e denigrano i tentativi del ragazzo di Milano, accusandolo di inscenare un fake per ottenere un po’ di popolarità e successo mediatico.

la ragazza del tram

Che la gente creda o no a questa storia, è un discorso secondario. Quello che attira è l’idea romantica e, in una società come la nostra, completamente rara di un incontro che profuma di favola, che nasce da uno scambio di sguardi e che potrebbe tramutarsi in un incontro, in una conoscenza reale. In fondo tutti, anche i più cinici, sperano che la ragazza del tram risponda in qualche modo al messaggio di Roberto, in forma anonima, con un messaggio, con una  mail. Forse l’interesse che questa storia ha suscitato potrebbe spaventare la ragazza, che per paura potrebbe non rispondere al messaggio.

Ma siamo fiduciosi: immaginiamo per un attimo che la storia abbia un significato, che la ragazza esista e si faccia avanti, permettendo così a Roberto di recuperare l‘occasione persa su quel tram. E anche se ci sono tram che passano una sola volta, noi speriamo con lui: perché proprio oggi, fa bene sognare e permettiamoci di poterlo fare attraverso la storia de #laragazzadeltram.

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo