Le Iene, Servizio Cizco su Migranti al Confine Italia-Francia (Video 26 Febbraio 2017)

Le Iene, Servizio Cizco su Migranti al Confine Italia-Francia (Video 26 Febbraio 2017)

Migranti al confine Italia-Francia: è questo il tema trattato da Cizco nel servizio andato in onda nella puntata del 26 febbraio de Le Iene (link al video in basso). Il giornalista ci ha spiegato le strade utilizzate da questi ragazzi disperati per entrare in territorio transalpino e gli incidenti ai quali vanno incontro per raggiungere il loro obiettivo. Lo stesso Cizco si è trovato in una situazione alquanto pericolosa e spiacevole per poter realizzare il servizio.

Migranti in Francia: come ci arrivano?

Il servizio inizia parlando di come i migranti utilizzino il Mediterraneo e l’Italia come ponte per raggiungere i paesi del Nord Europa, come, ad esempio, la Francia. I tragitti più utilizzati sono il passo del Brennero o il confine tra Ventimiglia e Mentone. Per uscire dal territorio italiano i migranti sono costretti ad percorrere a piedi lo stesso tragitto fatto dai treni (che solitamente impiegano circa 15 minuti a completare la tratta), correndo grossi rischi per la loro incolumità. Sul percorso sono infatti presenti diverse gallerie buie, dove un treno potrebbe spuntare da un momento all’altro travolgendo qualcuno. Cizco ha accompagnato questa gente nel loro viaggio della speranza ed il risultato è un servizio davvero imperdibile.

Migranti in Francia: come rivedere il servizio?

Il servizio sui migranti in Francia può essere rivisto sul sito ufficiale de Le Iene, dov’è disponibile il video integrale insieme a quelli di tutti gli altri proposti nella quinta puntata del 2017.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...