Lisbeth Salander cercasi: toto-casting

Chi darà il volto a Lisbeth Salander?

The Girl in the Spider's Web: Lisbeth Salander sta per tornare

Come abbiamo già detto, Millennium- Uomini che odiano le donne avrà presto un sequel in The Girl in the Spider’s Web, diretto dal regista uruguaiano Fede Alvarez (regista di film horror quali La casaMan in the Dark), che prende il posto lasciato vacante da David Fincher. Ma dopo la rinuncia di Rooney Mara chi sarà la nuova Lisbeth Salander? Si facciano avanti le candidate, che la Sony è già alla ricerca della nuova interprete del ruolo che, prima ancora che della Mara, fu di Noomi Rapace. Si tratta di un ruolo-simbolo per la serie, un personaggio ben più carismatico del protagonista Michael Blomqvist interpretato da Daniel Craig, che a Rooney Mara fruttò la sua prima nomination agli Oscar. Quindi, è normale che la ricerca sarà alquanto accurata.

Secondo le indiscrezioni riportate da Variety, in pole position ci sarebbero Scarlett Johansson Natalie Portman. La prima l’abbiamo già vista in versione mora in Under the Skin, la seconda potrebbe dare al ruolo la stessa tenacia data alla Evey di V- Per vendetta. Ma forse Alvarez sceglierà un’attrice meno nota come lui (del resto, anche Rooney Mara diventò popolare soltanto grazie a questo ruolo), chissà magari la sua attrice-feticcio Jane Levy. Ma per il ruolo si sono fatti anche i nomi di Jennifer Lawrence, Carey Mulligan, Ellen Page, Kristen Stewart, Mia Wasikowska, Keira Knightley, Anne Hathaway, Olivia Thirlby, Emily Browning, Eva Green, Sophie Lowe, Sarah Snook, Léa Seydoux, Emma Watson, Evan Rachel Wood e Katie Jarvis.

Di certo riesce difficile immaginarsele tutte in versione punk e per giunta con la stessa fragilità emotiva data dalla performance di Rooney Mara.

Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.