Loriana Lana a Newsly.it: “Morricone e Mina indimenticabili per la mia Carriera”

Loriana Lana a Newsly.it:

Loriana Lana, musicista e paroliera italiana che, tra l’altro, ha vinto il “Premio Troisi” alla carriera come compositrice e autrice si è concessa a un’intervista esclusiva per Newsly.it. Ci ha raccontato del suo passato, ma anche di quello che sta facendo e delle tante iniziative future.

Loriana, la tua vita è la musica, come nasce la tua passione?

Un po’ per gioco e un po’ per naturale predisposizione.

Sei una musicista e paroliera molto versatile, sei passata dalle sigle per la tv dei ragazzi, ai musicals, ai testi di canzoni d’autore, a collaborazioni con grandi nomi del panorama musicale. La tua cultura musicale spazia in ogni genere, quale è stato il momento più importante fino ad ora che hai vissuto?

Ad essere sincera ce né stato più di uno. Le collaborazioni con il M° Morricone e con Mina, il Premio Troisi…

L’incontro più significativo con un grande personaggio o interprete?

La gioia di avere un mio brano (scritto con Aldo Donati) nel cd Le migliori di Mina Celentano cantato da Mina e avere come maestri, all’inizio della mia carriera, Paolo Conte e Lilli Greco.

Hai composto testi anche per il teatro, per Athina Cenci e Mariangela Melato, collaborato con l’Associazione culturale “Fonopoli” di Renato Zero” nella sezione “testi musicali”, hai collaborato con le Edizioni Paoline anche. Qual è il campo dove tu preferisci comporre, che so cinema, interpreti, musical, teatro?

Il cinema è la mia grande passione. Un amore iniziato sin da quando ero bambina. Vedevo anche due film al giorno e sognavo. Poi quando scendevo con i piedi per terra ripetevo a me stessa “da grande scriverò canzoni e musiche anche per il cinema.

Parliamo del tuo incontro con Mina e Adriano Celentano. Hai composto il brano che canta Mina “Quando la smetterò” inserito nel fantastico cd “le migliori”. Dimmi di questo brano e come è avvenuto che lo ha scelto la grande Mina?

Aldo Donati, quando compose la musica sul mio testo e mi mandò il provino, mi disse che quella canzone avrebbe potuto cantarla solo Mina. E questa donna meravigliosa (lo dico perché lo è davvero, corretta e generosa come pochissime) l’ha scelta e l’ha interpretata in maniera divina. Quando mi comunicarono che il brano sarebbe uscito nel cd Le migliori, quella notte non dormii.

Il film indipendente “Briciole sul mare” in concorso ai prossimi David di Donatello ha la tua colonna sonora. Da quale input parti per comporre una colonna sonora?

La lettura del copione è fondamentale, poi si passa alla visione del film ed è lì che partono le prime sensazioni che si tradurranno in musica. E’ la prima volta che realizzo un’intera colonna sonora. In passato avevo scritto canzoni per il cinema, ma questa volta, grazie al produttore del film Nino Chirco ho realizzato il mio sogno.

Come giudichi fino ad ora la tua carriera?

A volte sorrido quando penso che non sono figlia d’arte, né nipote o cugina di quel regista o musicista… quello che sono riuscita a fare finora l’ho fatto contando sulla mia forza di volontà, lavorando sodo e soprattutto non arrendendomi davanti a una porta chiusa in faccia o ad una sconfitta. Avevo solo dodici anni quando mia madre mi regalò una chitarra. L’amore che avevo per la musica mi portò a comporre le prime canzoni a quattordici anni e a diciassette a scrivere brani per un’opera teatrale che andò in scena in un teatro romano.

 

 

Condividi
Sono Daniela Merola, giornalista, blogger, scrittrice e presentatrice eventi culturali, sono ufficio stampa di librincircolo.it e ricominciodailibri.it, sono socia della libreria iocisto. Sono appassionata di spettacolo, teatro e editoria, amo il calcio e il tennis. La comunicazione è la mia forza, mi piace mettermi alla prova con le presentazioni e la recitazione.