Mediaset rinuncia alla Serie A: niente offerte per diritti tv 2018-21

Mediaset prende la clamorosa decisione di rinunciare ai diritti della Serie A dal 2018: potrebbe però costringere la Lega a riformulare il bando

Mediaset ha deciso: sorprendendo tutti rinuncia alla Serie A per il triennio 2018-21. Il Biscione non ha presentato offerte in busta nell’asta per i diritti tv conclusasi oggi alle 10. Tanta sorpresa per la decisione della rete di Piersilvio Berlusconi: nonostante fosse chiaro il profondo disappunto dei vertici di Cologno Monzese nei confronti di Infront e della Lega per la formulazione del bando e dei pacchetti, si ipotizzava che Premium potesse comunque offrire per il pack B, nonostante sia stato svalutato rispetto al precedente triennio.

Mediaset rinuncia alla Serie A dal 2018, il comunicato ufficiale

E invece, in casa Mediaset si è deciso che non ne valeva la pena e non è dunque stata formulata alcuna offerta. Questo uno stralcio del comunicato ufficiale: “La decisione di non presentare offerte è in coerenza con l’esposto presentato all’Autorità Garante della Concorrenza al fine di ottenere una nuova formulazione del bando per l’assegnazione di diritti tv Serie A 2018- 2021. Al di là dei contenuti sportivi e dei valori economici attribuiti ai singoli pacchetti, ribadiamo che la formulazione dell’invito a presentare offerte è totalmente inaccettabile in quanto abbatte ogni reale concorrenza e penalizza gran parte dei tifosi italiani costretti ad aderire obbligatoriamente a un’unica offerta commerciale”.

Mediaset non offre per i diritti tv della Serie A, cosa accadrà ora?

Per il momento, dunque, Mediaset si defila a partire dall’estate 2018, ma è chiaro l’intento del Biscione: portare la Lega a riformulare il bando per incassare così la cifra sperata, visto che Sky, secondo le stesse linee guida del bando, potrà acquistare al massimo 2 dei 3 principali pacchetti (prenderà pack A e D per la cifra totale di 600 milioni), e che senza un altro competitor in grado di accaparrarsi la Serie A sul digitale terrestre, il pack B resterebbe invenduto, causando un danno alla Lega che incasserebbe così meno del previsto. Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime ore e nei prossimi giorni.