Menù di Capodanno, ricette per il cenone: Secondi

Menù di Capodanno, ricette per il cenone: Secondi

Tre idee semplici ed originali per i vostri secondi piatti di San Silvestro

Selezionare il menù del Cenone di fine anno non è cosa semplice, accontentare i gusti di tutti i commensali e stupire i loro rispettivi palati è un’arte che solo i cuochi più appassionati possono capire e realizzare.

Se state cercando degli spunti originali per le vostre portate, avete trovato l’articolo giusto! Tra i secondi piatti che fanno parte della tradizione di Capodanno, abbiamo selezionato e rivisitato tre ricette semplici da realizzare, ma che riusciranno contemporaneamente a soddisfarvi:

CAPITONE MARINATO

Tagliate il capitone a tronchetti di circa cinque centimetri di lunghezza, pulitelo con cura sotto l’acqua corrente e lasciatelo a scolare. Infarinate il pesce e con una pinza friggete l’anguilla in olio caldo, per poi lasciare asciugare su un foglio di carta assorbente. Tagliate a fettine le cipolle e l’aglio, mettetele in una casseruola con dell’aceto e portate a bollore. Aggiungete nel tegame i pezzi di capitone, spegnete il fuoco e lasciatelo marinare a freddo per quarantott’ore, per far sì che la polpa maceri alla perfezione.

SALMONE IN BELLA VISTA

Lavate e squamate un salmone intero ed adagiatelo in un tegame, coprite totalmente con acqua il pesce ed aggiungete la cipolla tritata, le foglie di alloro, l’aceto di vino, sale e pepe. Mettete un coperchio, o in alternativa coprite la teglia con un foglio di alluminio, e portate ad ebollizione. Una volta bollito, deponetelo su un tagliere e con delicatezza togliete la pelle. Mettete il salmone intero su un piatto da portata e decoratelo a piacere con fettine di limone, pepe rosa, prezzemolo e tutto ciò che la vostra fantasia vi potrà suggerire.

ASTICE ALLA CATALANA

Dopo aver lavato l’astice, fatelo bollire in una pentola con acqua bollente per dieci minuti. Una volta cotto svuotatelo dalla polpa e conservate il contenuto. Tagliate dei pomodorini a cubetti, una cipolla a fettine sottili e disponete al centro di un piatto, sul quale adagerete l’astice che condirete con un’emulsione composta dal sughetto precedentemente prelevato dall’acqua di cottura del crostaceo, sale, pepe, prezzemolo e succo di limone.