Morto Figlio del Calciatore Favret di 3 anni: San Donà a lutto

È morto all'età di 3 anni Achille Fravet, figlio del calciatore del San Donà. Mondo del calcio a lutto

Achille Favret, figlio del calciatore del San Donà, Stefano, è morto all’età di 3 anni. Un vero e proprio dramma quello che si è abbattuto sulla famiglia del centrocampista, attorno alla quale si stringe tutto il mondo del calcio e in particolare la squadra del San Donà sconvolta dalla tragica notizia. Il bambino era affetto da una malattia rara contro la quale lottava dal 2016, una battaglia che purtroppo non è riuscita a vincere e che si è conclusa nella serata di lunedì 24 aprile.

Il piccolo Achille era figlio unico. Papà Stefano Favret e mamma Sara De Re gli sono sempre stati accanto. Appresa la notizia, un anno fa, della malattia di cui il loro figlioletto era affetto, non hanno perso la speranza: Achille è stato sottoposto a una serie di terapie che sembrano dare esito positivo, questo fino a pochi giorni fa. Le condizioni del bambino si erano aggravate lo scorso sabato e il piccolo è stato ricoverato presso l’ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste dove è deceduto nella serata di lunedì.

Morto il figlio di Favret: San Donà si stringe alla famiglia

La notizia della morte del piccolo figlio di Favret, che avrebbe compiuto 4 anni a maggio, ha scosso l’intera comunità e la squadra del San Donà di cui papà Stefano è centrocampista e vice capitano. Appresa la notizia delle gravi condizioni in cui versava il piccolo Achille, Alessandro Boccia, giocatore della squadra veneta, non se l’era sentita di scendere in campo; a seguito della morte del bambino la pagina Facebook della società di cui Fravet è tesserato è stata listata a lutto.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...