Napoli, l’ANM cancella 40 linee di bus: tagli anche alle corse notturne

Il capoluogo campano non avrà autobus dopo le 2 da fine luglio a settembre

anm napoli
anm napoli

Quest’estate Napoli verrà visitata a piedi. Il rischio è concreto e arriva dalla decisione (forzata) dell’ANM di cancellare 40 linee di autobus nel capoluogo campano. I tagli riguarderanno anche le corse notturne, da fine luglio all’inizio di settembre. Le motivazioni sono di carattere economico, ma rischiano di creare un circolo vizioso. Meno servizi pubblici possono allontanare i turisti, proprio nel mese più gettonato.

Tagli linee bus Napoli: le novità

La prima fase dei tagli alle linee bus di Napoli riguarderà luglio, con il periodo dall’1 al 21 che vedrà soppresse 21 tratte. Le più frequentate sono la C13, la C24 e la C27, a cui si aggiungono il 12 e il 20 per il centro storico. A pagarne le conseguenze anche le suburbane con Ercolano, Torre del Greco e Portici. L’R7 da Bagnoli a Piazza Vittoria sarà cancellato, così come le linee per i cimiteri. Quest’ultimo provvedimento è in realtà abituale nel periodo estivo, creando non pochi disagi.

Per questo primo periodo di disagi l’Anm ha annunciato l’allestimento di 5 linee per cercare di limitare i danni. Prenderanno vita quindi il 654, il 532, il 622, il 607 e il 678. Non verranno invece modificati i percorsi di alcuni bus invernali: il 140, il 151, l’R4, il C31, il C63 e il 168 proseguiranno il loro abituale lavoro. Nei giorni festivi continueranno a viaggiare 46 linee, tra cui l’R2, l’R4 e Alibus. Sarà limitata al sabato la circolazione del 180, del C44, del 144 e del 183.

Il colpo di spugna maggiore si avrà a partire dal 22 luglio, con altre 16 linee cancellate. Le più frequentate a sparire dal servizio saranno il C41 e il V1. I bus sostitutivi citati in precedenza rimarranno attivi, ad eccezione del 678.

I servizi notturni dureranno fino al 28 luglio, poi saranno limitati. L’ultima corsa si muoverà alle 2, secondo le direttive della linea B/N “by night”. Non saranno garantite neppure le navette per accompagnare i lavoratori ai depositi. I numeri dell’operazione sono sostanziosi: i tagli riguarderanno il 36% delle linee, portandole da 660 a 421. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale ANM.