Napoli-Real Madrid, il San Paolo sarà una bolgia

Napoli-Sassuolo 1-1 Risultato Finale

La squadra italiana vuole invertire il risultato di 3-1 rimediato durante la partita di andata e l’idea è di quella di provarci.

A Napoli si stanno vivendo con entusiasmo le ultime ore prima della gara di ritorno della fase ad eliminazione diretta contro il Real Madrid e tutto si giocherà allo stadio San Paolo che in occasioni come questa diventerà lo Stadio più importante d’Europa. 

La squadra allenata da Sarri, ha perso per 3-1 la gara d’andata disputatasi allo stadio Santiago Bernabeu, e domani cercheranno l’impresa, preparando al meglio l’incontro e cercare di far pressione sui campioni in carica della competizione.

Napoli è una delle città italiane dove il calcio si vive più intensamente grazie soprattutto ai suoi tifosi “Azzurri”, ed anche se non si gioca in uno stadio olimpico ed i tifosi sono a diversi metri di distanza dal campo di gioco, è di certo che domani sera il San Paolo diventerà una vera e propria “macchina da guerra” per una partita importante come quella che si andrà a disputare.

In una recente intervista ad un quotidiano spagnolo, l’ex capitano del Napoli, Giuseppe Bruscolotti ha dichiarato:” I tifosi che saranno presenti al San Paolo aiuteranno molto i giocatori in campo, dandogli la carica giusta”.

UNO STADIO CHE ACCAREZZA

I tifosi del Napoli,  spesso incoraggiano i propri giocatori prima di ogni partita e come spesso è accaduto durante le partite alla conclusione dell’inno della Champions League è successo che sono stati registrati dai sismografi come è accaduto lo scorso settembre.

Infatti, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano dopo la partita Napoli-Benfica ha pubblicato il movimentato grafico del sismografo, che dimostrava che appena terminato l’inno sono stati registrati lievi tremori nel terreno, quando i 42 mila spettatori cantavano l’inno.

Saranno 60000 i tifosi che domani sera riempiranno il San Paolo, tifosi che desiderano vivere una delle più grandi notte europee. Negli ultimi anni sono stati diversi i club che sono caduti nel “Colosseo Napoletano” si pensi al Manchester City (1-2), Chelsea (1-3), Borussia Dortmund (2-3) e Arsenal (0-2). 

Nonostante non ci siano più i giocatori come Cavani e Lavezzi, la squadra allenata da Sarri potrà disporre e porre la propria fiducia nel suo tridente, composto dal belga Dries Mertens, lo spagnolo José Callejón e del giocatore di casa Lorenzo Insigne. 

Tutta la squadra domani sera potrà contare come sempre dai suoi fedelissimi sostenitori, e quella di domani segnerà un altro record per quello delle entrate entrate  generate da una partita di calcio (previsto un utile di 4,1 milioni di euro).

Sono nato in provincia di Bergamo nel 1982, ed è qui che continuo a vivere... Musica, Moda e Fotografia sono la mia vera passione. Musica: da sempre ho l'esigenza di ascoltare, avvicinarmi a nuovi suoni e conoscere i nuovi talenti della musica, Moda tutto quello che è lusso, abiti accessori io impazzisco, Fotografia: è la mia vera più grande passione, scattare, immortalare, cogliere l'attimo e renderlo vivo per sempre... questa è l'immagine.