Morte Nicky Hayden: la lettera della Fidanzata Jackie su Instagram

Jackie Marin, fidanzata di Nicky Hayden, ha dedicato un post su Instagram al fidanzato morto in un incidente la mattina del 17 maggio.

Nicky Hayden è morto il 22 maggio di quest’anno a causa dell’incidente occorsogli la mattina del 17 quando è stato investito da un’auto mentre si trovava in sella alla sua bici. La fidanzata Jackie ha scritto una lettera su Instagram, un ultimo commovente saluto che più che un addio è un “arrivederci”.

Jackie Marin ha voluto dedicare a Nicky Hayden, suo futuro marino, una lettera a pochi giorni dalla sua scomparsa. L’anno scorso, infatti, Kentucky Kid aveva fatto alla ragazza la sua proposta di matrimonio: inginocchiatosi davanti all’amata su una gondola, durante la loro vacanza d’amore a Venezia, il pilota le aveva fatto la fatidica proposta.

I due ragazzi stavano insieme dal 2012 e il loro amore aveva trovato il culmine nel 2016 con la proposta di Nicky Hayden a seguito della quale la Marin aveva postato su Instagram la foto in nome del ricordo di quel momento bellissimo per i due innamorati. A distanza di due settimane del terribile incidente con conseguente morte dell’ex Campione del Mondo di MotoGp il profilo della ragazza è tornato ad essere attivo.

Jackie Marin: la sua lettera per Hayden

Jackie, infatti, ha voluto creare un post dedicato all’ultimo giorno in cui ha visto il suo fidanzato e su quelle che sono le sue emozioni dei momenti tristi vissuti a seguito del maledetto incidente: “Sogno il tuo sorriso, non solo quando dormo ma in ogni momento. La mattina del 17 maggio è stata una delle mattinate più speciali che possa ricordare. L’Uomo lassù deve avere osservato con attenzione per vedere come tu hai passato le tue ultime ore con me perché hai dato il meglio per mostrarmi quanto mi amassi. Ricorderò per sempre l’ultimo bacio prima che tu partissi in bici. Hai portato con te il mio cuore quando te ne sei andato. Puoi tenerlo, ma quando ci incontreremo ancora prendi le mie mani e portami a casa. Mi manchi, finché non ci incontreremo di nuovo”.