Papa Francesco, Videomessaggio al popolo d’Egitto

Papa Francesco ha inviato un videomessaggio al popolo d'Egitto in vista della visita in programma il 28-29 aprile

Papa Francesco ad Amatrice: Bergoglio nelle zone colpite dal sisma

“Al Salamò Alaikum!” Così Papa Francesco ha salutato il popolo egiziano all’inizio del videomessaggio in occasione del prossimo viaggio apostolico che il Pontefice farà in Egitto il prossimo 28 e 29 aprile. Al centro del messaggio ci sono i ringraziamenti di Francesco al Presidente Egiziano e al fratello Tawadros II e il delicato tema del dialogo interreligioso.

Il messaggio di Papa Francesco

“Sono davvero felice di venire come amico, come messaggero di pace e come pellegrino nel Paese che diede, più di duemila anni fa, rifugio e ospitalità alla Sacra Famiglia fuggita dalle minacce del re Erode”, questo è quanto ha detto Papa Francesco, salutando il popolo egiziano nel videomessaggio e come pellegrino ha detto poi il pontefice: “Desidero che questa visita sia un abbraccio di consolazione e di incoraggiamento a tutti i cristiani del Medio Oriente; un messaggio di amicizia e di stima a tutti gli abitanti dell’Egitto e della Regione; un messaggio di fraternità e di riconciliazione a tutti i figli di Abramo, particolarmente al mondo islamico, in cui l’Egitto occupa un posto di primo piano”. 

Fraternità, amicizia, riconciliazione, pace, misericordia e amore, questi i temi caldi del discorso di Francesco, il quale si è mostrato disponibile (come sempre) al dialogo interreligioso e ovviamente non sono mancati i riferimenti importanti alla pace, alla luce dei recenti fatti che hanno tinto di rosso sangue la terra d’Egitto. L’appuntamento è dunque per questo fine settimana nei giorni 28 e 29 durante il viaggio apostolico di Papa Francesco in Egitto, giornate importantissime per dare un forte messaggio di pace al mondo che quotidianamente è dilaniato dalle guerre.

Laureando in Scienze Religiose, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista!