Pazienti Uccisi nell’Ambulanza: Servizio Le Iene (21 maggio)

L'agghianciante storia di pazienti uccisi in ambulanza. Nel servizio de Le Iene viene spiegato il motivo di una cosa così macabra.

Servizio agghiacciante quello di Roberta Rei de Le Iene. Si tratta di pazienti uccisi durante il traporto in ambulanza, ma il motivo? Dietro ci sarebbe un racket di mafia. Una vicenda che ha dell’assurdo e che potrebbe giustificare decine di omicidi avvenuti nei mesi scorsi. Andiamo a vedere la storia nel dettalgio.

La storia degli omicidi in ambulanza

I pazienti uccisi in ambulanza vivono tutti in un piccolo paese, del quale non viene detto il nome durante il servizio. Le morti avvengono, infatti, sempre e solo all’interno dell’unica ambulanza presente in ospedale. Il paziente, già in condizioni disperate, viene trasportato nella propria abitazione per morire tra gli affetti familiari.

In realtà, stando alle testimonianze di due uomini, verrebbe ucciso all’interno del mezzo tramite l’iniezione di aria nelle vene. Il perchè di una cosa così macabra? Esclusivamente per chiudere affari con una determinata agenzia funebre. Si tratta di qualche centinaia di euro per ogni vittima. Una cosa che scatenerà diverse reazioni nei prossimi giorni.

Pazienti Uccisi sull’Ambulanza: ecco dove vedere il servizio

Il servizio del 21 maggio de Le Iene dedicato alla storia assurda dei pazienti uccisi all’interno di un’ambulanza è già presente sul sito ufficiale de Le Iene. All’interno di quest’ultimo è possibile trovare tutti i contenuti della puntata domenicale del programma di Italia 1.