Pokemon Go: Ironia Web su Facebook e Twitter

Il fenomeno Pokemon Go ha catturato davvero tutti, creando anche scenari curiosi ed inaspettati. Naturalmente non può mancare l’ironia del web. Andiamo a vederne alcuni casi.

Il nuovissimo gioco Pokemon Go, appena uscito in Italia per smartphone e tablet, è stato scaricato già da milioni di persone (con i conseguenti bug e rallentamenti sul server che verranno risolti con un aggiornamento), che vanno in giro per le loro città a catturare Pokemon o a rifornirsi negli ormai famosi “Pokemon Stop”, cioè i punti dove ottenere sfere ed altri gadget utili a continuare la caccia.

Immancabile l’ironia sul web di molti utenti, soprattutto su Twitter. Eccone alcuni casi: “Sto dimagrendo più ora cercando Pokemon che in 9 mesi di palestra”, “Offrirsi per andare a fare la spesa a piedi solo per andare alla ricerca di Pokemon”, “Quando vorresti scrivere la tesi, ma un Pokemon te lo impedisce”. C’è poi chi crea nuovi detti, modificando quelli storici: “Ma chi dorme non piglia Pokemon è stata detta?”

LEGGI ANCHE: