Premio Nobel per la Pace all’Ican: un’associazione no-profit per abolire le armi nucleari

Il comitato Norvegese ha premiato l’associazione per “L’attenzione sulle conseguenze umanitarie”

E’ arrivato l’annuncio da Oslo. Il comitato norvegese  ha assegnato il premio Nobel per la Pace 2017 all’ICAN. L’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons è una organizzazione che si batte ormai da tempo per abolire le armi nucleari. La volontà di assegnare questo importante premio è dovuto, così come affermano da Oslo, a: “Il suo ruolo nel fare luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare a un trattato di proibizioni di queste armi”. Tra i 318 candidati, l’Ican ne è uscito vittorioso, favorito proprio per il suo impegno e il contributo fornito. Sopra ogni cosa, però, l’organizzazione ha fatto sue i principi che onorano il premio Nobel per la Pace: “La promozione della fraternità tra le nazioni, l’avanzamento del disarmo e del controllo delle armi e la promozione di congressi di pace”.

L’Ican

Fondata nel 2007, l’Ican raccoglie in tutto ben 406 organizzazioni di 101 Paesi in tutto il mondo. Una coalizione dunque di associazioni non governative unite per abolire le armi. L’obiettivo è infatti quello di portare ad una progressiva eliminazione delle armi nucleari.  Il premio Nobel è stato assegnato proprio per riconoscere questo importante ruolo internazionale, soprattutto in vista delle problematiche che interessano la Corea e l’America, volendo dunque essere un monito alle politiche messe in atto da entrambe.