Premio Strega 2016: “Il cinghiale che uccise Liberty Valance” Giordano Meacci: Trama Libro Finalista

Premio Strega 2016:

Il cinghiale che uccise Liberty Valance di Giordano Meacci libro finalista Premio Strega 2016

Giordano Meacci è tra i finalisti del Premio Strega 2016 con il libro intitolato il cinghiale che uccise liberty Valance. Edito da Minimum Fax, protagonista delle pagine del libro finalista Premio Strega 2016, l’immaginario paese di Corsignano, raccontati dall’autore pietra per pietra, persona per persona. Il cinghiale che uccise liberty Valance è un romanzo commovente, appassionante, che racconta l’eterno mistero dei sentimenti e lo fa grazie all’antico espediente di trattare le bestie come uomini e gli uomini come una tra le molte specie viventi sulla Terra.

Tram scrivere più uccise liberty Valance di Giordano Meacci

Nell’immaginario paese di Corsignano (tra Toscana e Umbria) la vita procede come sempre. Tra gente che lavora, donne che tradiscono i propri uomini e uomini che perdono una fortuna a carte. Nei boschi circostanti c’è poi una comunità di cinghiali che scorrazza. Uno di questi cinghiali un giorno all’impovviso acquista misteriosamente facoltà che trascendono la sua natura. Non solo diventa capace di elaborare pensieri degni di un essere umano, ma diventa anche consapevole della morte. Troppo umano per essere del tutto compreso dai suoi simili e troppo bestia per non essere temuto dagli umani: «il Cinghiale che uccise Liberty Valance» si ritrova all’improvviso in una terra di nessuno che da una parte lo getta nella solitudine ma dall’altra gli dà la capacità di accedere ai segreti di Corsignano, leggendo nel cuore dei suoi abitanti.