Protesta contro Ministro Istruzione Fedeli: Roma piena di Manifesti

Chi è Valeria Fedeli? Biografia Ministro dell'Istruzione del Governo Gentiloni

Manifesti contro il ministro Fedeli affissi per tutta Roma

Sono apparsi questa mattina, martedì 10 gennaio 2017, per tutta la città di Roma dei manifesti pochi lusinghieri nei confronti della ministra dell’istruzione, Valeria Fedeli. Sin dall’inizio della sua nomina Valeria Fedeli si è trovata al centro delle critiche per via del suo titolo scolastico. Il nuovo ministro dell’Istruzione sarebbe infatti sprovvista di laurea, avendo conseguito solo un diploma in Scienze sociali.

Per fare il professore ci vogliono: laurea, abilitazione e concorso. Per fare il ministro dell’Istruzione: terza media, amicizie e molte bugie…». Queste le parole impresse sui manifesti anonimi che da oggi tappezzano la città di Roma.

È giunta immediata la reazione del Pd che ha commentato così le critiche nei confronti della ministra Fedeli:” Attacchi mediocri e vigliacchi“. La senatrice Pd Francesca Pugliesi ha affermato:” La macchina del fango contro la ministra Fedeli  sembra non arrestarsi, questa volta con manifesti anonimi e abusivi appesi per le strade della capitale. Valeria Fedeli ha maturato un’esperienza politico-istituzionale di tutto rispetto. Ha mostrato serietà e capacità. Riguardo alla vicenda, della laurea ha ammesso la leggerezza nell’aver lasciato che comparisse l’espressione ‘diploma di laurea’ sul sito. Il premier Paolo Gentiloni le ha confermato piena fiducia per il suo incarico al governo. Si lasci il ministro lavorare e si giudichi serenamente il suo lavoro al Miur, sul campo dunque, senza cercare la polemica ad ogni costo, e perfino usando strumenti mediocri e vigliacchi”.

Gli autori di tale gesto restano tutt’ora anonimi, anche se di possibili colpevoli potrebbero essercene a dozzine. Si, perché di “nemici” la ministra Fedeli non ne ha solo tra le file dell’opposizione politica. Vanno anche considerati i numerosi professori italiani rimasti scontenti dalla riforma, le cui proteste vanno avanti da mesi. Dunque potrebbe essere che la ministra paghi per il malcontento generato dalla riforma della Buona scuola. Eredità  lascitale dalla ministra Stefania Giannini.

Condividi
Dopo la maturità classica, si trasferisce all'estero per coltivare una delle sue passioni : la conoscenza e lo studio delle lingue e della cultura straniera. Amante delle Arti in qualsiasi forma, le piace dedicare del tempo alla lettura e soprattutto alla scrittura.