Cucina

Quali sono i migliori vini campani da provare

La Campania è una regione che è riuscita a guadagnare una posizione di riguardo per quanto concerne la produzione di vini. Sia per quanto riguarda i vini rossi che per quanto riguarda i vini bianchi, la produzione campana è riuscita ad imporsi in Italia e all’estero

La regione Campania, essendo abbastanza estesa e orograficamente molto diversificata, riesce ad ospitare coltivazioni anche molto diverse tra di loro. Non è un caso che in questa regione vengano prodotti 4 vini DOCG (Taurasi, Greco di Tufo, Fiano d’Avellino e Aglianico del Taburno) e ben 19 vini DOC tra produzioni collinari, continentali ed insulari.

I riconoscimenti ottenuti dal vino campano

Il riconoscimento istituzionale che, di fatti, li mette sullo stesso piano di altri vini italiani, arriva solo dopo i vari riconoscimenti ottenuti in Italia e all’estero. Sono stati molti i critici che hanno elogiato la produzione campana, facendo in modo di diffondere i prodotti vinicoli regionali anche all’estero. L’anno scorso, ad esempio, l’autorevole rivista Forbes ha inserito ben tre vini campani nella lista sulle migliori bottiglie italiane.

Il successo è arrivato anche grazie alla giusta valorizzazione commerciale e politica, ma le proprietà organolettiche dell’uva campana è alla vera base dell’exploit. In Campania, infatti, alcune delle uve bianche coltivate da secoli sono la Falanghina, il Fiano, il Greco; per quanto riguarda le rosse – presenti nella zona del Vesuviano e non solo – ricordiamo Aglianico e Piedirosso.

Dove comprare vini di ottima qualità

La calorosa accoglienza che è stata riservata a tali vini in occasioni importanti come lo scorso Vinitaly spesso si scontrano con la scarsa distribuzione delle migliori bottiglie capillarmente in tutta la penisola. Potrebbe capitare che l’enoteca di fiducia non possegga vini campani di alta qualità e si sarebbe quindi costretti ad acquistare vini di fattura meno pregiata.

L’esplosione di diversi shop di vino online ha decisamente modificato la situazione. L’assortimento di questi portali è veramente ampio, ed è quindi possibile ordinare ottimi vini campani (ma ovviamente, non solo). Uno dei più forniti è Vinopuro, un portale che raggruppa il meglio della tradizione vinicola italiana. Vediamo, però, quali sono le specialità da assaggiare assolutamente.

Migliori vini bianchi Campania: i consigliati

Un vino classico della tradizione è la Falanghina del Sannio DOC, vino prodotto nel cuore del beneventano, regala un gusto secco, fruttato e decisamente fresco. Altro bianco fortemente consigliato è il Fiano di Avellino DOCG, una vera specialità apprezzata in Italia come all’estero. Ha un sapore intenso, ma comunque resta molto leggero, è accompagnato inoltre da note di frutta secca. Una sorpresa, poco conosciuta anche nella stessa regione, è il vino bianco Ischia DOC, decisamente secco e corposo. Ultimo di questa mini-classifica è il Greco di Tufo DOCG, un vino che non ha assolutamente bisogno di presentazioni.

I vini rossi consigliati

La scelta dei vini rossi è leggermente più limitata, ma comunque vasta ed ottima. Tra i nostri consigli non può mancare il Taurasi DOCG, intenso e con retrogusto persistente; l’Aglianico del Taburno DOCG e il Falerno del Marsico dal sapore originale e leggermente acido.

Spostandoci fuori regione, invece, vi segnaliamo la cantina Igino Accordini, in Veneto.

Tag
Back to top button
Close
Close