Ragazze di Zucchero Stasera su Rai 2: Trama

Ragazze di Zucchero in onda stasera su Rai 2. Trama e Cast.

Andrà in onda questa sera 23 giugno alle 21:20 su Rai 2 il film Ragazze di Zucchero, un film di Doug Campbell, con Taylor Gildersleeve e Peter Strauss. Il film, girato nel 2014, ha una tematica thriller basata su un gruppo di ragazze di un college.

Ragazze di Zucchero: la trama

Ragazze di Zucchero è la storia di Kara, studentessa al college, di famiglia di ceto medio-alto. Tuttavia, le spese dei suoi studi diventano sempre più care e, tra il suo lavoro di cameriera, lo studio e lo stage estivo non retribuito, non le permettono di mantenersi agli studi. A trovare la soluzione al suo problema la sua compagna di stanza, Lea. La sua amica la introduce nel mondo dei “paparini”, uomini ricchi e maturi, disposti a dare dei soldi a giovani ragazze in cambio di alcune attenzioni. Sebbene inizialmente la ragazza non voglia andare contro i propri principi, conosce il 55-enne Grant, ricco imprenditore. Quest’ultimo la persuaderà a portare avanti una relazione che rimarrà segreta; nel frattempo Grant continuerà a chiedere ulteriori favori…

Ragazze di Zucchero: il cast

Con la regia di Doug Campbell, già noto per “Spiati da Vicino”, Ragazze di Zucchero è stato brillantemente interpretato da attori che si sono ben calati nella parte. Tra i protagonisti Taylor Gildersleeve e Peter Strauss, conosciutissimo anche per il ruolo di protagonista di Ritorno alla natura. Assieme ai due attori, anche James C. Burns, nel cast di Believe e Isabella Hofmann. Dalla Sceneggiatura affidata a Barbara Kymlicka, il film vede al centro della storia la facilità di giovani donne che entrano a far parte dell’aristocrazia. Ben presto si scoprirà come assieme ad un vizioso giro di soldi, ci sono anche conti in sospeso. La pellicola andrà in onda su Rai 2 alle ore 21:20, e potrà essere vista anche su Rai Play.

Ho 26 anni, studio all'Università e scrivere è la mia passione più grande. "Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore". (Indro Montanelli)