Risarcimento Figlio Partigiano: Servizio Le Iene Nadia Toffa (26 aprile)

Lo stato nega la richiesta di risarcimento al figlio di un partigiano. Nadia Toffa de Le Iene prova a fare chiarezza sulla situazione.

Nadia Toffa de Le Iene ci ha narrato una storia che ha dell’assurdo e del paradossale. Lo stato contro il figlio di un partigiano, che richiedeva il risarcimento per le torture subite dal padre. Nel servizio la iena intervista il diretto interessato, che si mostra allibito ed incredulo di fronte all’accaduto.

La storia del risarcimento

L’uomo ha legittimamente richiesto il risarcimento alla Germania per quanto subito in epoca fascista dal padre partigiano (morto ormai da trent’anni). Al momento della resa dei conti l’uomo si è però trovato di fronte l’opposizione del proprio governo. Perché? Ufficialmente per non rovinare i rapporti con lo stato tedesco. Una motivazione assurda e che cozza contro le legittime richieste del figlio di un partigiano. Nadia Toffa cerca di capire a fondo la vicenda e chiede spiegazioni, prima ad un esperto e poi ad Angelino Alfano, l’attuale ministro degli esteri. Quest’ultimo gli spiega la situazione, che sembra lontana da una rapida risoluzione.

Dove rivedere il servizio sul risarcimento al figlio di un partigiano?

Il sito ufficiale de Le Iene permetterà di vedere immediatamente il video del servizio sul risarcimento negato al figlio di un partigiano. Tutti i contenuti della puntata del 26 aprile vengono, infatti, caricati pochi minuti dopo la messa in onda. Per vedere la replica dell’intera puntata vi invitiamo, invece, andare sul portale Video Mediaset.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...