Ha del clamoroso quanto successo nella semifinale di ritorno dei play off di Serie B: Frosinone-Carpi termina 0-1 e sono gli emiliani a qualificarsi dopo una partita decisamente assurda. Dopo il fischio finale rissa furibonda innescata dal portiere Belec, che è andato a irridere la curva frusinate, e da Jerry Mbakogu, tra i protagonisti per dei gesti clamorosi, come è possibile vedere nel video in basso.

Ma cosa è successo? Innanzitutto, sul campo il Carpi si è visto negare un rigore nettissimo e sventolare in faccia due rossi abbastanza fiscali. La furia di Castori verso Ghersini di Genova è stata incontenibile, ma Mbakogu ha fatto di peggio: dopo il secondo rosso mostrato a un compagno, se ne è andato volontariamente dal terreno di gioco e non è più rientrato. Per mascherare la cosa, dopo circa un minuto Castori ha inserito uno spaesato Fedato. Non contento, l’attaccante con la 10 sulle spalle, al gol clamoroso di Letizia, si è lasciato andare a una esultanza poco carina nei confronti dei tifosi ciociari.

Il portiere Belec, invece, dopo alcuni miracoli compiuti, al fischio finale ha aizzato il pubblico con dei cenni offensivi nei confronti della curva con gli ultras, causando una vera e propria caccia all’uomo nei suoi confronti. Chi ne esce peggio è l’arbitro Ghersini, che vede a serio rischio la promozione in A per lui.

Il video della rissa in Frosinone-Carpi

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.